“I Giardini Possibili”, il progetto, attivo nei quattro comuni di Iglesias, Musei, Domusnovas e Villamassargia e coordinato da Associazione Casa Emmaus, partito il 28 settembre 2018, compie due anni e a sei mesi dalla fine delle attività i 20 partner protagonisti, tra i quali l’Università degli Studi di Cagliari, l’ Orto Botanico, l’Agenzia Regionale Forestas, si incontrano per fare il punto su quanto realizzato e su quanto ancora occorre fare per raggiungere tutti gli obiettivi prefissati.

Il progetto “I Giardini Possibili”, progetto selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile,  vede nella trasformazione partecipata e consapevole uno strumento di coesione sociale, di trasmissione di buone pratiche, di educazione alla condivisione e alla tolleranza, un veicolo di innovazione e creatività, soprattutto in realtà rurali e afflitte da isolamento, marginalità e spopolamento. La periferia, grazie alle idee dei bambini e alla collaborazione di abitanti, istituzioni e associazioni, è diventata uno spazio di possibilità, e dunque un centro di sperimentazione delle strategie di trasformazione sostenibile di un territorio allo stesso tempo fragile e meraviglioso come quello del Sulcis-Iglesiente.

Tra le attività portate avanti in questi due anni, dentro e fuori la scuola, ricordiamo la rigenerazione di 4 giardini, uno per paese, la realizzazione dei murales all’interno delle scuole, il supporto piscologico per famiglie e insegnanti, l’organizzazione delle rassegne cinematografiche nei giardini, i corsi sulle stem, di giornalismo, di mentoring, di fotografia, le gite che hanno portato i bambini a visitare i giardini più belli della Sardegna.

Oltre a fare il punto sui principali risultati raggiunti, lunedi si coglierà l’occasione per presentare al pubblico i progetti esecutivi delle installazioni artistiche che popoleranno a breve ogni giardino. Opere ideate dai bambini in collaborazione con quattro artisti di fama internazionale che nel 2019 hanno visitato i quattro paesi del Sulcis-Iglesiente.

Il progetto “I giardini Possibili” è coordinato da Associazione Casa Emmaus Impresa Sociale e selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Fondo che nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini,organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD.

Per maggiori info   www.conibambini.org