duo max planck in concerto ad arzachena
Duo Max Planck.

Virtuosistici assoli e intriganti dialoghi sonori domani (martedì 11 agosto) alle 21:30, nella piazzetta dei Pini a Baja Sardinia, con il concerto del Duo Max Planck che inaugura il Festival 7 Not(t)e 2020 a cura dell’Accademia Musicale Bernardo De Muro con la direzione artistica del maestro Fabrizio Ruggero – inserito nel progetto di In-Itinere (nell’ambito della Stagione Concertistica 2020).

Un’ammaliante e raffinata “Serenata sotto le stelle” tra i capolavori della storia del tango argentino e indimenticabili colonne sonore, per un imperdibile evento realizzato con il patrocinio e il sostegno del Comune di Arzachena e incastonato nel ricco cartellone dell’Arzachena Summer Festival 2020.

Sotto i riflettori l’affiatato ensemble cameristico formato dalla violinista Francesca Giordanino (diplomata al conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano e perfezionatasi alla Fondazione “R. Romanini” di Brescia sotto la guida di Dora Schwarzberg, poi al Mozarteum di Salisburgo con il maestro Frischenschlager e alla Universitat für Musik und darstellende Kunst di Vienna) e dal violoncellista Marco De Masi, allievo di Nevio Zanardi al Conservatorio “N. Paganini” di Genova, perfezionatosi con i maestri Flaxsmann e Laffranchini (Teatro alla Scala): dopo aver fatto parte di ensembles quali l’Orchestra Giovanile del Teatro alla Scala, l’Orchestra Cherubini diretta da Riccardo Muti, l’Orchestra Giovanile Italiana e l’Orchestra del Festival di Verbier, dal 2001 ha suonato nell’Orchestra Filarmonica “Arturo Toscanini” di Parma diretta da Lorin Maazel, tenendo concerti in tutto il mondo, da Parigi a Tokyo, da Mosca a Rio de Janeiro.

I due artisti di formazione classica condividono, oltre all’amore per la musica, l’interesse e la meraviglia per le straordinarie scoperte della fisica quantistica: dal loro sodalizio ha preso forma il progetto del Duo Max Planck che ha conquistato pubblico e critica cimentandosi con un repertorio variegato, comprendente anche il canto.

Francesca Giordanino, oltre al talento e alla sua versatilità di interprete dello strumento ad arco (suona un violino Mathias Hornstainerdax del 1771), grazie al suo ricco background artistico, con una felice collaborazione con il maestro Andrea Morricone (con cui ha inciso come voce solista due canzoni a lei dedicate accompagnata dall’orchestra Roma Sinfonietta) ricopre infatti anche il ruolo di cantante – arricchendo così le performances dell’ensemble di ulteriori suggestioni (Marco De Masi suona invece un violoncello attribuito a Giuseppe Guadagnini del 1830).

Il Duo Max Planck a Baja Sardinia sfoglierà alcune delle più avvincenti pagine della storia del tango argentino – dal celeberrimo “Libertango”, al vertiginoso “Escualo” e poi “Oblivion” e la stupenda “Muerte del Angel”, l’inconfondibile “Tristeza de un Doble A” e lo struggente “Adios Nonino” di Astor Piazzolla fino all’evocativo “Tango Por Una Cabeza” di Carlos Gardel nella trascrizione di John Williams per il grande violinista israeliano Itzhak Perlman. Il fuoco e la passione di quel “pensiero triste che si balla” faranno da “contrappunto”, nel concerto, alla colonna sonora di “Nuovo Cinema Paradiso” di Giuseppe Tornatore, firmata dal Premio Oscar Ennio Morricone e da Andrea Morricone e alle musiche de “Il postino” di Michael Radford, con Massimo Troisi e Philippe Noiret, composte da Luis Bacalov, ma anche a un trittico dedicato al violinista e compositore austriaco Fritz Kreisler, sulle note di “Liebeslied”, “Liebesfreud” e “Schön’ Rosmarin”.

Viaggio tra le emozioni con le melodie seducenti e i ritmi sincopati del tango accanto ai temi indimenticabili, entrati nell’immaginario collettivo, grazie alla magia della decima musa, tra le eleganti trascrizioni del compositore John Williams, pensate per Itzhak Perlman e gli arrangiamenti originali delle musiche per violino e violoncello curati da Stefano Cabrera per il Duo Max Planck, per l’ouverture del Festival 7 Not(t)e 2020 sotto le stelle della Gallura.

Duo Max Planck ad Arzachena
Duo Max Planck.

«La “Serenata” segna la “ripartenza” in Costa Smeralda, nello scenario incantato di Baja Sardinia – sottolinea la presidente dell’Accademia, Sara Russo. – Vogliamo festeggiarla insieme al pubblico, di anno in anno sempre più numeroso, che segue le nostre attività, con un concerto affascinante tra i pezzi più conosciuti e amati di Astor Piazzolla e Carlos Gardel e alcune delle più belle colonne sonore scritte da artisti come Luis Bacalov e Ennio Morricone».

L’Accademia Musicale Bernardo De Muro fondata dal pianista e direttore d’orchestra Fabrizio Ruggero compie dieci anni:

«È stato un decennio davvero intenso – sottolinea Sara Russo – sia sul fronte della didattica che dell’organizzazione di eventi, rassegne e festival per la promozione e diffusione della cultura musicale in Gallura. Siamo felici di riprendere, dopo la riapertura dei teatri e la fine del lockdown, con nuovi appuntamenti che spaziano dalla musica classica al tango al jazz (e non solo). Francesca Giordanino e Marco De Masi, che hanno dato vita al Duo Max Planckm sono due eccellenti solisti che condividono l’amore per la musica e l’interesse per la fisica quantistica, vi invitiamo ad ascoltarli a Baja Sardinia per l’apertura del “Festival 7 Not(t)e” (realizzato grazie al sostegno dell’amministrazione di Arzachena) all’interno dell’Arzachena Summer Festival 2020».

Ingresso gratuito.

Per informazioni Accademia Musicale Bernardo De Muro – cell. 349.4077241 Su FB: https://www.facebook.com/Accademia-Musicale-Bernardo-De-Muro-311737719218086/