Altipiani di Arcinazzo. Torna domani il festival di musica classica e lirica “città medievali”

Altipiani di Arcinazzo.Torna nello splendido scenario della villa di Traiano il festival delle «Città Medievali» di musica classica e lirica che si è aperto il 26 luglio

e che il primo agosto ha riscosso un importante successo alle terme di Bonifacio a Fiuggi con Il Barbiere di Siviglia, uno dei capolavori intramontabili di Gioacchino Rossini.

Nell’area archeologica degli Altipiani di Arcinazzo, domani pomeriggio ( venerdì 7), alle ore 18, ci sarà un altro appuntamento da non perdere per appassionati di musica colta con un programma dedicato a due geni della musica, Mozart a Beethoven.

Sul palco salirà il quartetto composto da Vincenzo Mariozzi (clarinetto), Dimitri Mattu (viola), Francesco Mariozzi (violoncello) e Angela Oliviero (pianoforte).

Lo stesso concerto sarà ripetuto il giorno dopo (sabato 8), alle ore 10,30 e alle 18 alla Fonte di Bonifacio a Fiuggi.

Agli Altipiani si apre un «trittico» di tutto rilievo, visto che domenica 9 (ore 18), sempre alla Villa di Traiani,

ci sarà «Il flauto virtuoso» con il flautista Raffaele Trevisan e la pianista Paola Girardi che eseguiranno brani di Mozart, Dvorak, Debussy, Bricciardi, Morlacchi e la fantasia sull’opera Carmen di Bizet-Borne.

E lunedì 10 doppio appuntamento agli Altipiani di Arcinazzo e ad Arcinazzo Romano. Prima alla Villa di Traiano (ore 18),

poi nella Piazzetta santa Maria ad Arcinazzo Romano (ore 21.15) il quartetto d’archi Ellipsis e il clarinettista Vincenzo Mariozzi interpreteranno «Due Geni Universali» con il quartetto op 74 n.10 Delle Arpe di Beethoven e il quintetto k 581 per clarinetto e archi di Mozart.

Ventitré gli spettacoli in calendario nella 40ma edizione della rassegna, che si concluderà il 19 settembre a Fumone dopo aver fatto tappa a Fiuggi, Altipiani di Arcinazzo, Filettino, Arcinazzo Romano e Paliano.