ddl zan

Questa proposta di legge intende istituire un nuovo reato, l’omofobia, che non viene definito nel testo lasciando così spazio a interpretazioni e derive liberticide, che colpiranno chiunque esprimerà un pensiero non allineato al mainstream.

Ogni atto di violenza e di ingiusta indiscriminazione è già punito dal codice penale, indipendentemente da chi sia la vittima. Perché introdurre, sotto mentite spoglie, il reato di opinione?

Il Popolo della Famiglia Sardegna denuncia la matrice ideologica di questo ddl e lo definisce palesemente liberticida, termine questo usato anche dalla Conferenza Episcopale Italiana, interrogata sulla pericolosità di questa proposta di legge. Per questo motivo, si manifesterà in silenzio e imbavagliati.

Sarà un gesto simbolico e non violento per far comprendere alla popolazione sassarese il pericolo concreto che si sta correndo nel caso il ddl diventasse legge dello Stato. La libertà di pensiero e di opinione rischiano di essere calpestati e silenziati con pene che ricordano i vecchi sistemi dittatoriali.

Invitiamo tutta la popolazione di Sassari a manifestare in piazza con noi, in modo che la nostra protesta non violenta arrivi in Parlamento e faccia bloccare un testo che rischia di ledere, seriamente, la libertà di tutti.

Firmato
Popolo della Famiglia Sardegna

ddl zan