Mario Bruno: la Sassari-Alghero va sbloccata a Roma, non diventi grimaldello per cementificare l’Isola

Sassari-Alghero

Se si vuole fare una norma interpretativa del PPR relativamente al fatto che la Sassari Alghero sia una strada preesistente allo stesso piano paesaggistico, si può fare. Anche perché è la verità. Basta un solo articolo.

Ci vogliono cinque minuti. Senza fare da grimaldello per una nuova legge che apre alla cementificazione della nostra isola.

Se invece si vuole approvare una legge che escluda l’intesa con lo Stato per modificare il Piano Paesaggistico, è tempo perso perché sarebbe contro il Codice Urbani, legge sovraordinata che non può essere modificata con legge ordinaria della Regione e verrebbe certamente impugnata. A meno che non sia quello che i proponenti vogliono. Fuffa. Propaganda. Cambiare tutto per non cambiare niente.

Stiamo invece, pur dalla opposizione comunale, favorendo un incontro al vertice politico dei ministeri competenti con Comune e Regione per l’unica decisione che conta: portare il parere VIA in Consiglio dei Ministri e modificarne l’esito, accelerando in tal modo la prosecuzione della strada a 4 corsie, anche prima della pronuncia sul merito del TAR. L’incontro verrà fissato a brevissimo.

Sassari-Alghero quattro corsie