Coronavirus. Da Confartigianato Sardegna in bocca al lupo per la ripartenza a tutte le imprese e tutti i lavoratori

L’invito a tutti a comprare sardo. Matzutzi e Serra (Confartigianato Sardegna): “L’economia sarda riprende se lavoriamo tutti insieme”

COnfartigianato - Analisi e-commerce

“Oggi, anche in Sardegna, riprende l’attività la quasi totalità delle imprese artigiane e dei dipendenti. Di questa ripartenza siamo molto contenti e per questo vogliamo mandare, indistintamente a tutte le realtà produttive e a tutti i lavoratori, il nostro più caro in bocca
al lupo”. “A tutti i sardi, invece, vogliamo lanciare un appello: ricordatevi di chi, in tutti questi giorni, ha sofferto, non potendo lavorare, e di chi, facendo sacrifici enormi, è riuscito a soddisfare, in ogni caso, le vostre esigenze. Per questo, comprate sardo, andate
nei negozi e nelle botteghe, e servitevi degli artigiani. Aiutate l’economia della nostra regione a ripartire”.

Sono questi i messaggii che Antonio Matzutzi e Daniele Serra, Presidente e Segretario di Confartigianato Imprese Sardegna, hanno mandato a tutte le categorie imprenditoriali dell’Isola e a tutta la popolazione.

“E’ un momento molto delicato sia dal punto di vista sanitario, sia dal punto di vista della “rimessa in moto” delle strutture – continuano – per questo auspichiamo il rigoroso rispetto delle normative sulla salute ma anche l’entusiasmo per una ripresa delle attività tanto attesa”.

advertisement

“Negli ultimi giorni c’è stato un incessante lavoro di confronto e puntuale segnalazione da parte nostra nei confronti della Regione e dei Comuni – sottolineano Matzutzi e Serra – un percorso che ha portato alla riapertura anticipata, non scontata, qualche giorno fa e ad un insieme di comportamenti e linee guida da adottare che, a nostro avviso, contemperano con intelligenza, serietà, rigore e buon senso le esigenze sanitarie e di sicurezza con quelle di una ripartenza dell’economia isolana”.

“Adesso che tutto riapre – rimarcano Presidente e Segretario – bisogna verificare quanto velocemente, i vari settori di riferimento dei nostri imprenditori ripartiranno e quali le sfide da affrontare anche per intercettare nuovi bisogni e nuove necessità”.

“Per questo dobbiamo lavorare anche affinché il mercato internazionale, le filiere produttive e il turismo ripartano – concludono Matzutzi e Serra – punto fondamentale saranno sia le azioni di sistema per la promozione del made in Sardegna e made in Italy, sia i contributi per le imprese che sono rimaste bloccate in questi mesi e il sostegno nelle fasi di ripartenza”.