Oristano. Sguardi sonori – Seminari sul rapporto tra musica e stati modificati di coscienza

Attraverso la visione critica di materiali audiovisivi e l’ascolto guidato di documenti sonori si intende offrire uno spaccato su diversi contesti culturali nei quali la musica e la danza venivano (o in alcuni casi vengono ancora oggi) utilizzate come elementi rituale per la catarsi dalla possessione o, al contrario, come stimolo per favorire il raggiungimento della trance.

I tre incontri saranno dedicati rispettivamente al fenomeno del tarantismo pugliese, all’argismo sardo e ai rituali della santería cubana.

Gli incontri si terranno nella sala polivalente del Centro Servizi Culturali UNLA di Oristano.

INGRESSO LIBERO

21.01.2020 – ore 18
Il tarantismo salentino
Con proiezioni di schede audiovisive sul tarantismo salentino

28.01.2020 – ore 18
L’àrgia sarda
Con proiezioni di schede audiovisive sull’àrgia sarda

04.02.2020 – ore 18
La santería cubana
Con proiezione di materiali di ricerca inediti di Marco Lutzu.

Marco Lutzu è docente di etnomusicologia presso l’Università degli Studi di Cagliari.
Ha svolto ricerche in Sardegna e a Cuba, lavorando sul rapporto tra musica e religione, la poesia improvvisata, l’analisi della performance e la musica rap. Autore di numerosi saggi e documentari. È co-curatore e responsabile scientifico dell’Enciclopedia della Musica Sarda, opera multimediale in 16 volumi, 7 CD e 9 DVD (Ed. L’Unione Sarda).

[foto id=”293417″]