Gigi Riva sarà presidente onorario del Cagliari Calcio

“Partimmo la mattina da Milano con un turboelica che fece scalo a Genova e poi ad Alghero. Arrivammo a Cagliari di sera e quando vidi le luci nel golfo mi lasciai scappare: “Quella è l’Africa”. Lupi si arrabbiò e mi diede un calcio nel sedere. Il giorno dopo andai al campo, l’Amsicora, che non aveva un filo d’erba e pensai “Dove sono capitato”. Però i ragazzi mi fecero festa e l’argentino Longo, una bella persona, mi prese subito sotto la sua protezione”, come il giocatore commentò il suo arrivo a Cagliari

La lunga storia d’amore tra il Cagliari e Gigi Riva non è iniziata nel migliore dei modi, ma non è mai tramontata. Per restare nel capoluogo sardo ha rinunciato a grandi offerte, per poi riscrivere la storia del club rossoblù: 315 partite realizzando 164 reti. E’ stato il bomber che ha trascinato i sardi alla conquista dello storico scudetto del 1970. E’ ancora il giocatore che ha realizzato più reti in Nazionale con 35 gol in 42 partite.

“Sarebbe stata una vigliaccata andare via, malgrado tutti i soldi della Juve. Dopo ogni partita spuntava Allodi che mi diceva “Dai, telefoniamo a Boniperti”. Ma io non ho mai avuto il minimo dubbio e non mi sono mai pentito”, le parole di Riva

Ora questo grande legame tra il capoluogo sardo e Gigi Riva diventa indissolubile, perché dal 18 dicembre il bomber sarà ufficialmente presidente onorario del Cagliari Calcio. Una notizia che è stata comunicata stamane dal presidente rossoblù, Tommaso Giulini, nel corso della presentazione di ‘Sky Buffa racconta Gigi Riva’, documentario che Sky Sport dedica a “Rombo di Tuono”. “Gigi Riva ha deciso di fare un regalo a tutti gli innamorati del Cagliari e dal 18 dicembre sarà presidente onorario del nostro club”, ha dichiarato stamane Giulini