Nuoro: la Polizia di Stato sequestra due piantagioni di marijuana e arresta 8 persone

Nell’ambito di numerosi servizi predisposti dal Questore di Nuoro, Dr. Massimo Alberto Colucci, per contrastare la coltivazione e produzione di stupefacente del tipo canapa indiana, venivano predisposti da parte della Squadra Mobile e dei Commissariati di P.S. di Lanusei e di Tortolì, a mezzo di personale dipendente, delle pattuglie con il compito di controllare le numerose aree agricole.

Nel corso di questi servizi la Squadra Mobile ha sequestrato a San Teodoro, località Ospola, una piantagione composta da 522 piante di marijuana e denunciato all’A.G. un agricoltore 63enne di San Teodoro, ritenuto responsabile dell’illecita coltivazione. Le piante sequestrate, di ottima qualità, avrebbero prodotto ciascuna dai 400 ai 500 grammi di droga e complessivamente almeno 200 kg. di marijuana, che venduti all’ingrosso avrebbero fruttato circa 400.000 Euro.

Nell’ambito delle medesime attività i Commissariati di P.S. di Tortolì e Lanusei, nella mattinata di ieri, hanno sequestrato una piantagione di marijuana composta da 613 piante in Girasole (NU). Nell’occasione la Polizia ha arrestato in flagranza di reato 8 persone di età compresa tra i 27 e i 43 anni, originari di Orgosolo, Loculi, Girasole Talana Triei e Lotzorai, che avevano appena proceduto al taglio e alla raccolta delle inflorescenze. Su disposizione dell’A.G. di Lanusei, gli arrestati sono stati tradotti presso le Case Circondariali San Daniele di Lanusei (NU) e Badu e Carros in Nuoro.

La produzione di marijuana, come dimostrato dalle operazioni portate a termine negli ultimi mesi dalla Polizia di Stato di Nuoro, costituisce un business favorito dalla presenza di aree impervie facilmente occultate nella vegetazione.