Commercianti di Porto Torres e Sassari schierati contro la droga

  Il continuo coinvolgimento della popolazione e dei commercianti sassaresi e turritani da parte dei volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga, dimostra come nelle due città stia maturando un nuovo punto di vista sull’argomento droga. Sono centinaia i commercianti coinvolti nella più massiccia e costante campagna di prevenzione non governativa che da anni sta venendo fatta in tutta la Sardegna e decine di migliaia i libretti con la verità sulla droga che stanno informando altrettanti genitori e ragazzi sugli effetti della stessa.

         L’informazione è gradita alla maggior parte delle persone, escluse naturalmente chi ha interesse che lo spaccio e il consumo continui per riempirsi le tasche dei soldi sporchi dei loro traffici illeciti. Chi non sapeva come affrontare il problema, ora hanno qualche elemento in più su come riconoscere i  ragazzi negli atteggiamenti che spesso non sono altro che velate richieste di aiuto.

         Ciò che si può osservare è che non si accetta più passivamente la situazione e in qualche modo si voglia voltare pagina e cercare soluzioni che non siano repressive nè proibizioniste, soluzioni fallimentari come dimostrano i risultati, ma che scaturiscano dal senso di responsabilità che solo l’informazione corretta potrà far nascere.

         Per i volontari è indispensabile continuare nella strada della prevenzione  attraverso l’informazione che sta contribuendo a far nascere questa nuova coscienza e nella serata di mercoledì 25 settembre, faranno la distribuzione dei libretti “la verità sulla droga” nei negozi di Sassari e Porto Torres, convinti che come scriveva il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard: “l’arma più efficace nella guerra contro la droga è l’istruzione” info: www.noalladroga.it