Anche Oristano prende parte alla battaglia per l’insularità

Anche Oristano è parte della battaglia per l’insularità che oggi rappresenta un traguardo da raggiungere per gli oltre 260 Comuni che ieri hanno fatto sentire la propria voce da Cagliari”.

Così il sindaco Andrea Lutzu, che evidenzia: “Eravamo presenti come Amministrazione Comunale e siamo pronti a portare avanti la battaglia dei sardi, anche attraverso un documento che impegnerà tutto il Consiglio Comunale a lottare, compatto, per il riconoscimento di un diritto così importante”.

Oggi ricevo con gioia il ringraziamento dei vertici del Comitato per l’insularità Roberto Frongia e Maria Antonietta Mongiu e che ringrazio a mia volta per aver reso Oristano parte di questa importante iniziativa – prosegue il Sindaco Lutzu -. Siamo impegnati a portare avanti tutte quelle azioni che possano creare sviluppo per Oristano. Stiamo prendendo in mano tutti i dossier più delicati e stiamo improntando la nostra azione di governo della città su efficienza e sviluppo, per essere realmente sostegno ai settori chiave dell’economia oristanese, con una particolare attenzione verso il commercio, il turismo e i settori tradizionali che oggi più che mai necessitano di innovazione. Sono convinto che il riconoscimento del principio di insularità sia l’unico modo per guardare al futuro con ottimismo, perché da quella battaglia dipenderà lo sviluppo economico e sociale della Sardegna e della nostra città”.

Con questo animo anche il Comune di Oristano ha esposto lo striscione per l’insularità, contribuendo a dare un segnale forte e chiaro al Parlamento. “Siamo pronti a una mobilitazione che ci vedrà attori protagonisti se, come ieri ha avvertito il Presidente del Comitato per l’insularità Roberto Frongia, entro un mese non arriveranno risposte concrete”.