Carloforte: lavoratori in nero. Sospesa un’attività

Prosegue senza soste la campagna di vigilanza estiva dell’Ispettorato del Lavoro di Cagliari e Oristano per verificare la regolarità delle imprese che operano nel settore turistico-alberghiero, della ristorazione e del divertimento nelle località turistiche del centro sud della Sardegna.

Nella notte tra sabato 10 e domenica 11 agosto una squadra di ispettori provenienti da Cagliari ha effettuato un accesso in una nota discoteca dell’isola di Carloforte; gli ispettori hanno accertato la posizione “in nero” di tutti i dipendenti trovati intenti al lavoro all’interno del locale, 7 persone (tutti italiani) totalmente prive di contratto di assunzione e di qualsiasi copertura previdenziale e assicurativa.

Al titolare della discoteca sono state quindi comminate sanzioni per oltre € 15.000,00, con l’obbligo di regolarizzare le posizioni dei dipendenti presso INPS e INAIL. Si è proceduto, inoltre, ad adottare il provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale, che scatta ogni qualvolta il numero dei dipendenti in nero sia superiore al 20% di quelli presenti al lavoro; in questo caso si trattava del 100%. Tale ulteriore sanzione costerà al titolare altri € 1.500,00.

L’accesso di sabato notte a Carloforte è il risultato di una attenta attività di intelligence che l’Ispettorato del lavoro pone preventivamente in essere per individuare gli obiettivi degli accessi ispettivi. In questo caso, avendo notato una notevole presenza della discoteca sui social e su internet per pubblicizzare le proprie serate, gli ispettori avevano però verificato sulle banche dati a disposizione dell’INL che “stranamente” la società proprietaria non risultava avere nessun dipendente in forze. L’accesso effettuato presso il locale ha quindi permesso di svelare il mistero.

L’attività di controllo dell’INL nelle località turistiche continuerà anche durante tutta la settimana di Ferragosto.