Cagliari isola felice: una Serie A da sogno

Tanti rinforzi, un solo addio: Giulini fa sognare

Doveva essere un’estate di mobilitazione, le tante richieste per Cragno e Barella, Joao Pedro ed anche Pavoletti: è andato via solo uno, quel Barella il cui destino era senza dubbio il più scritto di tutti.

Una cifra importante incassata dalla cessione del centrocampista classe ’97 all’Inter, mantenendo però intatta il resto della rosa. Composta da un portiere giovane, italiano ma fra i migliori del panorama nazionale: una difesa solida e ormai collaudata, un attacco totalmente confermato ma soprattutto, un centrocampo super.

È in questo reparto che tutta Cagliari fa sognare, gli esperi del settore, media e tifosi, oltre ovviamente agli appassionati di fantacalcio. È tornato il figliol prodigo, quel Radja Nainggolan che circa 5 anni fa abbandonava la Sardegna per vivere il suo sogno in grande: la Roma prima, l’Inter poi, per un anno appena.

advertisement

Una scelta di cuore e di vita, dettata anche da ragioni personali: il Cagliari si ritrova un top player fatto in casa, con orgoglio e passone, idolo di tutta la tifoseria.

Non solo lui però, a Cagliari ecco un altro colpo da 90: è Nandez ex Boca Juniors, giocatore giovane ma già con grande esperienza internazionale, per oltre 18 milioni di euro. Un investimento molto importante del Presidente Giulini, che però non è nemmeno l’ultimo della lista: perché il centrocampo si arricchisce di un ultimo importante nome, quello di Rog, ex Napoli.

Per certi versi è proprio quello del croato, il nome che incuriosisce e scatena di più la fantasia. Quanto intravisto a sprazzi in quel di Napoli fa ben sperare, la cifra spesa può essere un investimento per il futuro, qualora il ragazzo dovesse esplodere definitivamente, mettendo in mostra quelle qualità potenziali in lui piuttosto chiare da quando ha mosso i primi passi in A.

La squadra di Maran farà il suo esordio in casa, contro la neopromossa Brescia: si preannuncia il tutto esaurito, per i sardi che sono favoriti nei pronostici sulla prima giornata di Serie A.

A 1.85 la vittoria degli uomini di casa contro il 4.10 del Bresca e il pari dato a 3.50. Per il Cagliari la possibilità di giocare due partite di fila in casa ma più in generale l’opportunità di un avvio di campionato piuttosto agevole, quanto meno sulla carta.

Subito un big match però, alla seconda giornata, quando arriverà l’Inter: sarà subito l’occasione per riabbracciare Barella, nella sfida proprio contro Radja. Sarà il terzo anno di Pavoletti a Cagliari, primo grande investimento del Presidente Giulini dal momento del suo insediamento: sarà affiancato da Joao Pedro, per cui si è resistito alle avances dell’Atalanta di Gasperini. La fascia al braccio sarà ancora fotografata su Ceppitelli, leader della difesa e capace anche di fornire un contributo in zona gol.

Per Cagliari è giunto il momento di guardare in alto e sognare in grande, a quella parte sinistra di classifica che vuol dire Europa: l’impresa è tutt’altro che impossibile.