Arzachena: domani alle 21:30 le note di Gianmaria Melis e Giuseppe Gullotta a Baja Sardinia

Viaggio sul filo delle note e delle emozioni con “Astor Piazzolla e il suo Tango più bello” – il concerto del duo formato da due eccellenti solisti – Gianmaria Melis al violino e Giuseppe Gullotta al pianoforte – in programma DOMANI (mercoledì 7 agosto) alle 21.30 nella piazzetta dei Pini a Baja Sardinia per un nuovo appuntamento con il II Festival 7 Not(t)e a cura dell’Accademia Musicale Bernardo De Muro – incastonato nel ricco cartellone dell’Arzachena Summer Festival 2019.

Un omaggio al grande compositore argentino inserito «nel vasto e scintillante programma dell’Arzachena Summer Festival 2019» – come sottolinea la Delegata alla Cultura, Sport e Spettacolo del Comune di Arzachena, l’architetta Valentina Geromino: «Gli sforzi dell’amministrazione nel confermare e consolidare la propensione verso il Bello e la qualità si respirano in questa estate arzachenese. Il centro del paese ed i borghi tutti sono coinvolti ed animati da una molteplicità di iniziative».

«Siamo molto lieti come Accademia – dichiara la presidente Sara Russodi far parte del progetto dell’Arzachena Summer Festival. Dopo il Dixieland di qualche settimana fa nel centro storico di Arzachena, che ha coinvolto e divertito un vasto pubblico, proponiamo un caldo e appassionato programma “tanguero”. Il meglio di Astor Piazzolla interpretato da due splendidi musicisti – il violinista Gianmaria Melis (primo violino di spalla dell’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari) e il pianista Giuseppe Gullotta (che è stato finalista al Concorso Busoni e ha suonato nei più importanti teatri del mondo) che ci introdurranno con la loro arte e il loro talento nell’universo del grande compositore argentino».

Astor Piazzolla e il suo Tango più bello” è il tema e titolo dell’intrigante progetto musicale incentrato sulle suggestive partiture del maestro di Mar del Plata, raffinato strumentista e artista rivoluzionario, tra gli artefici del tango nuevo, che ha arricchito di inedite sonorità e rimandi ad altri generi e stili contemporanei la magia di “un pensiero triste che si balla”, senza tradirne lo spirito, in perfetto equilibrio fra tradizione e innovazione.

Un’antologia di pezzi celeberrimi – per immergersi nelle atmosfere di “Histoire du Tango – Bordel 1930” accanto al più intimistico “Café 1930” e allo scintillante “Night Club 1960” e approdare alla seducente “Milonga en Re”, e ancora le note struggenti di “Adios Nonino” e la splendida “Milonga del Angel”, fino all’incalzante ritmo di “Escualo”. Omaggio alla decima musa con “Jeanne y Paul” – scritta ma mai utilizzata per la colonna sonora di “Ultimo tango a Parigi” di Bernardo Bertolucci, poi l’irresistibile “Revirado” ma anche la misteriosa e poetica “Introduccion al Angel” per finire in bellezza con “Le Grand Tango”.

Tutta la sensualità e l’eleganza della musica di Astor Piazzolla per una serata sotto le stelle al tempo sincopato del popolare ballo nato per le vie di Buenos Aires e trasfigurato in una forma astratta ma straordinariamente evocativa in cui il fuoco della passione, l’incrociarsi di passi e sguardi diventa una vertiginosa spirale di note ora dolcissime e malinconiche ora travolgenti e perfino crudeli – come può esserlo solo un amore che si consuma nel tempo di un giro di danza. L’incantesimo del tango nuevo – con contaminazioni jazzistiche e varie influenze innestate sulla tradizione argentina – si rinnova nello scenario di Baja Sardinia per l’Arzachena Summer Festival 2019 con un concerto che sposa raffinati virtuosismi e indimenticabili melodie entrate a far parte della colonna sonora del Novecento – e ormai del terzo millennio.

INGRESSO GRATUITO