USA,Tennessee: droga nei WC, fauna a rischio overdose

Più informazioni su

Acque ‘dopate’, inquinanti che diventano anche lo specchio dei ‘vizi’ delle città, immesse nell’ambiente tramite gli scarichi fognari che possono creare problemi di tossicodipendenza fra la fauna. Al momento i dati mostrano che non ci siano rischi associati a queste sostanze ma a distruggere le certezze dei nostri ricercatori è la polizia di Loretto, una cittadina del Tennessee, negli Stati Uniti, che avvisa: se buttate nel WC le vostre pasticche di anfetamine, potreste creare dei “metalligatori”. Il dipartimento di polizia ha messo in guardia la popolazione, dopo che sabato scorso ha catturato un sospetto proprio mentre cercava di disfarsi della droga, gettandola negli scarichi fognari. La polizia locale ha preso molto sul serio la questione, avvisando la cittadinanza attraverso post sui social, in seguito cancellati. Le fonti riportano avvisi del tipo: “Quello che buttate nel condotto fognario finisce nelle vasche di ritenzione, prima di essere mandato a valle” e anche “Adesso i nostri ragazzi che si occupano della manutenzione dei condotti fognari sono orgogliosi di rilasciare acqua anche più limpida di quella che scorre nei torrenti, ma non sono attrezzati a ripulire le acque dalle metanfetamine” “Ehi gente, per favore non buttate la droga nel WC, ok?”. Anche se il tono è scherzoso, il problema è serio. Senza trattamento le acque contaminate da droga e farmaci, possono contaminare terreni e falde acquifere, dove la fauna crea il proprio habitat. Le droghe, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”. potrebbero avere effetti sulla salute di volatili che vivono negli stagni. “Inoltre”, spiegano, “se i flussi contaminati raggiungessero il torrente Shoal e il fiume Tennessee a nord dell’Alabama, potrebbero creare dei metalligatori”, ovvero degli alligatori dopati di metanfetamine. Loretto è una città piccola, di 1700 abitanti, ma la reazione è stata su scala nazionale. Alla luce di questa notizia, pertanto, si deve intervenire anche sensibilizzando i consumatori a una maggior attenzione per utilizzo e smaltimento di farmaci e di altri prodotti chimici che possono inquinare l’ambiente.

Più informazioni su