A Lanusei la polizia di Stato trova armi e droga: arrestato 28enne

Arrestato un incensurato di ventotto anni

Continua incessante l’attività di controllo del territorio da parte degli uomini del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Lanusei, volta a contrastare i reati contro il patrimonio e lo spaccio degli stupefacenti tra i giovani.

Da tempo i poliziotti tenevano sotto stretto controllo un gruppo di soggetti sospettati di essere dediti all’attività di spaccio. Un soggetto, in particolare, destava interesse sotto il profilo investigativo. A. F., nato a Lanusei, disoccupato di ventotto anni, conduceva un tenore di vita incompatibile con le proprie possibilità economiche. Gli investigatori, nel corso di serrati servizi, hanno raccolto una serie di indizi di reità che hanno poi consentito di procedere alla perquisizione dell’abitazione dell’indagato e dei locali in uso allo stesso.

Gli agenti del Commissariato P.S. di Lanusei, supportati dalle unità cinofile di Abbasanta hanno dunque rinvenuto, nel corso della delicata operazione di polizia giudiziaria, ben occultati, 100 grammi di stupefacenti di tipo marijuana e hashish, un passamontagna di colore nero, una pistola marca Beretta calibro 7,65, con numero di matricola abraso, munito di caricatore rifornito da 2 cartucce, ulteriori 12 proiettili e banconote di vario taglio pari a € 2435, verosimilmente provento dell’attività illecita.

Pertanto il soggetto è stato tratto in arresto per i reati di ricettazione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope e detenzione di armi clandestine. Dopo le formalità di rito e la convalida dell’arresto da parte del giudice, A.F. è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

Ad oggi le indagini, coordinate dal Procuratore della Repubblica di Lanusei, sono volte a verificare se l’arma sequestrata sia stata utilizzata per il compimento di atti delittuosi perpetrati nella Regione, specie per la commissione di reati contro il patrimonio.

A titolo cautelare si è provveduto, inoltre, al ritiro di un revolver marca “Arminius Revolver” calibro 38 special e del relativo munizionamento regolarmente detenuto.