Siniscola. Le precisazioni dell’ATS/ASSL Nuoro su Medico di base

Le precisazioni dell'ASSL Nuoro in riferimento agli articoli di stampa relativi alla "mobilitazione" di alcuni pazienti, con tanto di raccolta di firme, a favore di un Medico con incarico provvisorio di Medicina Generale.

In riferimento agli articoli di stampa relativi alla “mobilitazione” di alcuni pazienti, con tanto di raccolta di firme, a favore di un Medico con incarico provvisorio di Medicina Generale, cessato lo scorso 31 marzo, la Direzione ASSL Nuoro, pur comprendendo le ragioni dei cittadini e tenendo nel massimo rispetto il lodevole rapporto di fiducia instauratosi tra medico e pazienti, non può che precisare quanto segue.

  1. L’attribuzione di un incarico provvisorio, disciplinata dall’articolo 38 dell’accordo Collettivo Nazionale per la disciplina dei rapporti con i Medici di Medicina Generale, prevede che «qualora in un ambito territoriale si determini una carenza di assistenza dovuta a mancanza di medici in grado di acquisire tutte le scelte disponibili, l’Azienda, sentito il Comitato zonale, può conferire ad un medico residente nell’ambito territoriale carente, scelto nel rispetto della graduatoria regionale di settore, un incarico temporaneo».
  2. «Tale incarico, di durata comunque inferiore a dodici mesi, cessa alla sua scadenza o nel momento in cui viene individuato il medico avente diritto all’inserimento».
  3. Quanto sopra descritto è ciò che è successo a Siniscola: l’incarico è stato attribuito a un Medico titolare, regolarmente inserito nella graduatoria di settore, predisposta annualmente a livello regionale, a cura del competente Servizio dell’Assessorato alla Sanità e all’Assistenza Sociale, approvato con Deliberazione n. 161 del 25/02/2019, avente per oggetto “Affidamento incarichi di Assistenza primaria – sedi carenti anno 2014”.
  4. Peraltro è stata pubblicata anche un’altra sede carente (dall’anno 2015), sempre per lo stesso Ambito, senza vincolo di apertura (nel senso che il medico titolare potrà optare per l’apertura dell’ambulatorio in uno dei quattro comuni dell’ambito: Lodè, Posada, Siniscola o Torpè). Pertanto, a breve, si avrà la nomina di un nuovo incarico per quell’ambito e contestuale cessazione dell’incarico provvisorio.