Al via un programma di educazione alimentare nelle scuole oristanesi

Olio ed ulivo  protagonisti di un ciclo di incontri che si svolgeranno in numerose scuole  oristanesi

Più informazioni su

Coldiretti. Oristano, Campagna Amica, Più Sardegna  avviano un percorso di educazione alimentare teso a far conoscere le peculiarità dell’ olio di oliva. 4,6 milioni  gli ettari di superficie coltivata ad ulivo in Europa, l’ Italia è seconda dopo la Spagna con il 24% delle coltivazioni .

Una pianta resistente a siccità e   malattie, nota per la longevità, che fornisce un prodotto tra i più vari in termini di qualità e caratteristiche. Fondamentale per individuarne le reali  peculiarità la denominazione di vendita riportata in etichetta con caratteri evidenti e comprensibili per i consumatori.

Con l’ ausilio di qualificati tecnici dell’ Associazione Olivicoltori APPOS, i ragazzi apprenderanno i variegati paesaggi e le tecniche di coltivazione  dell’ulivo, la raccolta  e molitura delle olive, fino alla degustazione dell’ olio e alla scoperta delle caratteristiche  del prodotto e degli standard qualitativi.

Quattro le tappe già fissate in calendario, a cui seguiranno altre iniziative.

Si inizia lunedì 18 marzo con l’ Istituto comprensivo n. 4 di Oristano. Presso la scuola primaria di Sa Rodia, dalle 10.00 alle 12.00, La 4 A e B, per 46 alunni totali, intraprenderanno un percorso guidato con i tecnici di Coldiretti e quelli dell’ Appos Luciana Putzolu e Nicola Garippa.

Si replica martedì 19 alla stessa ora e nello stesso Istituto scolastico  con il coinvolgimento  delle classi 4° C e D per un totale di 42 alunni. Mercoledì 20 marzo il progetto approda nell’ Alto Oristanese presso l’ Istituto Comprensivo di Ghilarza con 36 alunni delle 3 seconde della scuola secondaria di Ghilarza .

Venerdì 21 marzo, presso la scuola primaria di Abbasanta, si chiude il primo ciclo di incontri. A breve verranno pianificate le  ulteriori date e gli altri istituti scolastici coinvolti.

Più informazioni su