Home / Attualita' / Un impegno corale per il futuro della città. Prima di tutto, Oristano di Beppe Meloni

Un impegno corale per il futuro della città. Prima di tutto, Oristano di Beppe Meloni

Un impegno corale per il futuro della città. Prima di tutto, Oristano. Non so a voi, ma a chi scrive, quelle immagini in TV con le fiamme che devastano nella notte londinese il grattacielo “popolare”, mentre Gloria e Marco, figli di un’Italia disperata, senza lavoro e senza speranza, danno l’addio alla vita, hanno fatto molto male. Quasi una metafora, a pensarci bene, e l’esatta fotografia di una generazione costretta da una crisi implacabile che non perdona, a girare il mondo, lasciando storie ed affetti, alla ricerca di un futuro sempre più incerto. Questa tragedia così lontana eppur così vicina al nostro appuntamento elettorale, aiuta a riflettere molto più che nel passato. Voler bene a questa città non significa soltanto scendere in campo per affermare la propria personalità per poi ritirarsi nelle retrovie dopo il primo turno. Quasi bastasse l’esibizionismo muscolare con squadra e suffragi, a fare politica inseguendo solo il proprio successo. E dunque, rinunciare a combattere la fase finale di queste elezioni, pur con i limiti e le insufficienze del PD che tutti riconosciamo, vorrebbe dire frenare quello slancio pur timido e innovativo e mettere la parola fine a tre progetti qualificanti, quello di Oristano Est già finanziato e pronto a partire, la sistemazione della marina di Torre Grande e tutto quel che segue con il progetto dell’ IVI Petrolifera e il piano turistico-archeologico del Sinis. E la realizzazione infine del percorso storico-culturale-religioso tra via Cagliari-Seminario e Distretto Militare. Oggi è più che mai indispensabile non fermare questo progetto di sviluppo complessivo della città capoluogo lungamente inseguito e sognato. Senza dimenticare il delicato settore dei servizi culturali e dell’assistenza sociale indispensabili per dare speranza ai giovani e sollievo a quella parte di popolazione che soffre in silenzio, pagando duramente il prezzo di una crisi infinita. Ecco perchè l’atto finale della consultazione elettorale oristanese va ben oltre i confini di un semplice voto amministrativo. Significa in una parola impegnarsi seriamente, una volta per tutte e in prima persona, pure in presenza di una crisi complicata e difficile, evitando pericolosi ritorni al passato, fra storie, vicende insolute e vecchi personaggi che abbiamo già sperimentato e che non hanno fatto bene a questa città. Guardando avanti, per costruire, tutti insieme, la nostra vecchia, nuova, cara Oristano.

Beppe Meloni

Info su Redazione OR

Controlla Anche

ostriche

Lo Sportello dei Diritti informa: Coop richiama set pentola Swiss Fondue rosso di Style’n Cook

Lo Sportello dei Diritti informa: Coop richiama set pentola Swiss Fondue rosso di Style’n Cook …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com