Home / Sport / Tennistavolo / Tennistavolo Norbello – due sconfitte su due partite

Tennistavolo Norbello – due sconfitte su due partite

Tennistavolo Norbello – due sconfitte su due partite

La A.S.D. Tennistavolo Norbello Femminile perde contro la Teco/Corte Auto per 1 a 4. La squadra maschile perde contro il Cral Comune di Roma per 2 a 4

Aspettando un domani di forte impatto emotivo

La prime gare ufficiali del 2017 non correggono i ritornelli registratisi nelle precedenti uscite autunnali. Fermo restando che dalle norbellissime non ci si poteva aspettare di più, considerata la consistenza tecnica del club emiliano. Ma il discorso non regge per i maschietti che non approfittano della giornata si del bulgaro – russo Stanislav Golovanov per riuscire ad ottenere almeno un altro punto di una classifica sempre più precaria. Sfortune contingenti a parte, si capisce a stento perché, sul campo, il trio giallo blu non riesca a sviluppare al meglio le certificate potenzialità individuali.

Serie A1 Maschile – Girone Unico Nazionale

Sede di gioco: Norbello (OR)Sesta giornata di andata – Sabato 7 Gennaio 2017 – Ore 18:30

A.S.D. Tennistavolo Norbello-Cral Comune di Roma 2 – 4

Bene Golovanov, Maxim sopraffatto dai dolori

Il nigeriano di casa Seun Ajetunmobi apre le danze con Federico Pavan, reduce da quattro successi consecutivi. E la striscia positiva la fa continuare con un’altra vittoria netta, a parte il terzo set dove il giocatore del Tennistavolo Norbello ha dato l’impressione che potesse recuperare i due parziali di svantaggio.

Maxim Kuznetsov arriva in palestra con una brutta cera: non solo ha portato con sé i postumi del mal di schiena che gli impedirono di completare la gara con Carrara, ma accusa un forte mal di denti che lo tormenterà per tutta la serata. E l’avversario Paolino Bisi ne approfitta subito per dettare legge, complice l’ottimo stato di forma. Stoica la rimonta del russo guspinese nel secondo parziale che dal 4/9 risale al 10/9, non sfruttando il set point a disposizione e concedendo all’avversario i due successivi punti.

Anche Stanislav Golovanov fa fatica contro il n. 3 Nicola di Fiore che si ritrova in vantaggio per 1-2. Con un brillante quarto parziale il pongista locale rimette tutte le cose a posto. Ma nel set decisivo si ritrova sotto per 5-9. A quel punto incoraggia dal tecnico Eliseo Litterio e dai suoi compagni ritrova il bandolo della matassa e inanella cinque punti consecutivi che permettono al team del nord Sardegna di accorciare le distanze.

Termina al quinto set pure la sfida successiva con Seun che replica ai parziali vinti da Bisi. Al quinto, sul 3-1 per l’ospite, viene chiamato un servizio irregolare al nigeriano. Decisione che lo sbalestra completamente. E infatti Bisi dilaga per 1 – 11.

Fortunatamente c’è un Golovanov ancor più affrancato dalla vittoria precedente che in tre set rompe il ciclo positivo di Pavan.

I malanni di Maxim condizionano la gara finale, con l’atleta sardo russo che nel primo set era avanti 9-7, ma che poi subisce i quattro punti consecutivi di Di Fiore.

Il resto è una sofferenza nel vederlo schiavo dei suoi malanni: infatti cede definitivamente nei due successivi parziali.

Parla l’allenatore Eliseo Litterio

“C’è la consapevolezza di poter fare qualcosa che si scontra con l’impotenza di non poter fare”. Uno sconsolato Eliseo Litterio prova ad interpretare la gara a cui ha assistito ieri sera. “I dolori fisici di Maxim hanno pregiudicato tutto – continua il tecnico molisano – e nella partita dell’ipotetico tre pari praticamente non è sceso in campo. Seun, che poteva vincere con Bisi, si è innervosito per una situazione arbitrale. Quando si accumulano episodi così, diventa difficile perseguire un risultato positivo. E questo è accaduto nel giorno in cui il nostro n. 1 Golovanov ha finalmente giocato bene ottenendo i due punti”.

Eliseo Litterio con Kuznetsov e Golovanov (Foto Gianluca Piu)

Si salva solo Golovanov..

Se Stanislav capisse che realmente può fare la differenza, secondo me si potrebbe risalire la china. Però fino ad ora l’ho visto giocare bene solo in situazioni dove non contava più il risultato. Se gioca come sa giocare possiamo affrontare tutte le avversarie a viso aperto. Il mese scorso ha sconfitto Crotti, ieri ha superato Pavan, entrambi agevolmente e dimostrando di avere qualità superiori. Però bisogna capire obiettivamente quanto il risultato conta e come lui scende in campo.

Si pensa più che mai a non retrocedere

Noi stiamo puntando solo ed esclusivamente a quello. Ambire a qualcosa di più la vedo molto difficile. Le partite più abbordabili sulla carta, che erano quelle con Messina e Lomellino, purtroppo sono andate come sono andate. A Vigevano ci è girata davvero storta e già questo è stato un problema. Alla gara con i siciliani non ho assistito, ma era un dovere vincerla. E in quel caso Golovanov non ha fatto la differenza. Quando Ajetunmobi riesce a vincere una partita, Golovanov non può disperdere tutto facendosi battere da Amato.

Cosa farà Eliseo Litterio per scuotere la squadra?

La situazione non è delle migliori. Un trainer può dare la carica nel momento in cui riesce a fare squadra. Per il momento la cosa più grave è proprio questa: che non si è una squadra.

E quindi?

Un gruppo affiatato fa morale e accresce gli stimoli. Quando ognuno sta per conto proprio tutto diventa più difficile. Lo scorso anno la salvezza è stata raggiunta perché Maxim e il suo connazionale Panchenko erano affiatati e qualcosa in più l’hanno ottenuta. Nonostante ciò lotteremo fino in fondo. Però se contro Roma avessimo realizzato il pari, sarebbe stato come una vittoria. Speriamo nel ritorno di fare risultato almeno nelle partite che contano e di poter vincere qualcosa in più.

Golovanov al servizio (Foto Gianluca Piu)

Serie A1 Femminile – Girone Unico Nazionale

Sede di gioco: Norbello (OR)Quinta giornata di andata – Sabato 7 Gennaio 2017 – Ore 18:30

A.S.D. Tennistavolo Norbello – Teco/Corte Auto 1 – 4

Wei Jian fa il punto della bandiera

Troppo forte la formazione magiostrina che annovera gli ex Michael Oyebode (tecnico) e Ganna Farladanska.

Facile gestire il match inaugurale per l’italo cinese Wang Yu che ha ragione della comunque intraprendente quartese Roberta Perna.

Segue derby tra colleghe ucraine con Farladanska che rispetta i favori del pronostico e in quattro set supera Diana Styhar.

La cino – muraverese Wei Jian combatte ad armi pari con la molto più giovane azzurra Giorgia Piccolin. Ne escono fuori cinque set molto gradevoli e quasi tutti combattuti. L’esperienza agevola l’orientale che di misura vince al quinto.

Farladanska concede appena dieci punti a Perna e come da tradizione Wei Jian soffre parecchio il gioco di Wang Yu che la liquida in tre set.

“Il nostro campionato è incentrato sulla sfida con il Kras – argomenta Eliseo Litterio – e l’averlo battuto all’andata ci fa ben sperare. Punteremo alla vittoria anche al ritorno anche se potrebbe bastare addirittura un pareggio. Le altre avversarie fino a questo momento sono fuori dalla nostra portata”.

tennistavolo

Nella foto: di spalle Wei Jian sfida Piccolin (Foto Gianluca Piu)

Info su La Redazione

Controlla Anche

tennistavolo

Tennistavolo Norbello. I bilanci delle prime uscite stagionali a squadre

Il ghiaccio si è rotto, le tensioni si affievoliscono e d’ora in poi tutto sarà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com