Home / Ambiente / Sassari 02-01-2017: istituzioni unite per una mobilità sostenibile

Sassari 02-01-2017: istituzioni unite per una mobilità sostenibile

Sassari 2 gennaio 2017: Palazzo Ducale, siglato un protocollo tra Comune, Multiss, Atp, Università di Sassari e Istituti scolastici per mobilità sostenibile.

 – L’obiettivo è quello di promuovere lo sviluppo urbano, sociale, culturale ed economico locale, anche con interventi che favoriscano lo sviluppo di una cultura orientata alla green economy e al contenimento dell’uso eccessivo di combustibili fossili. Nasce da questi propositi l’adesione del Comune di Sassari al bando del ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare che porta il nome di “Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro”. Un’attività inserita nel programma politico di mandato dell’amministrazione comunale, guidata da Nicola Sanna, che guarda all’adozione di misure legate alla mobilità ciclo-pedonale ed elettrica, in ambito urbano ed extraurbano attraverso il coordinamento e l’attuazione di opere e azioni concrete per una città sempre più smart ed eco-sostenibile.

Il progetto, promosso in partenariato con la Multiss con la collaborazione tecnica dell’Università di Cagliari, è stato presentato dal Comune nei giorni scorsi per la sottoscrizione di un protocollo di intesa che coinvolge le scuole della città e altri importanti soggetti.

Nella sala riunioni di Palazzo Ducale si sono ritrovati, per il Comune, gli assessori alla Programmazione, Alessio Marras, alle Politiche educative-giovanili-sport, Maria Vittoria Casu, alla Mobilità, Antonio Piu, quindi per la Multiss il presidente Luciano Mura e Giuseppina Mallardi responsabile del progetto. Attorno al tavolo erano seduti anche il presidente dell’Atp Roberto Mura, il direttore generale dell’Università di Sassari Guido Croci e per le scuole cittadine l’Istituto comprensivo “Latte Dolce – Agro” con il dirigente Antonio Mela, l’Istituto tecnico industriale “G.M. Angioy” con la dirigente Maria Giovanna Oggiano, l’Istituto Tecnico Agrario “Niccolò Pellegrini” con il dirigente Paolo Acone, l’Istituto di istruzione superiore Devilla con la dirigente Maria Nicoletta Puggioni, il Liceo scientifico “Giovanni Spano” con la dirigente Maria Paola Curreli, il Liceo classico, musicale e coreutico “D.A. Azuni” con il dirigente Roberto Cesaraccio.

È stato seguito un percorso di co-progettazione che ha condotto all’elaborazione di una proposta progettuale che porta il nome di “MO.S.S. – MObilità Sostenibile a Sassari”, che prevede, in sintesi, la creazione di micro-reti ciclabili integrate di quartiere, la realizzazione di punti di bike parking elettrico (e-bike) e il potenziamento del sistema di bike sharing.

«Si tratta di un protocollo aperto e come settore della Programmazione – ha detto Alessio Marras – riteniamo che sia necessario essere virtuosi in questo tipo di bandi. Si tratta, infatti, di un’occasione per la città e i bandi europei ci permettono di portare a casa risorse che non potremmo ottenere in altro modo, quindi di spenderle nei tempi giusti».

A questi si aggiungono la realizzazione di passaggi ciclopedonali rialzati finalizzati al rallentamento del traffico nei punti più critici di alcune vie quindi l’installazione di rastrelliere per le biciclette e una campagna di sensibilizzazione all’utilizzo di mezzi green, per gli spostamenti casa-scuola e casa-lavoro.

«La partecipazione si inserisce all’interno di una serie di azioni fatte in questi ultimi due anni – ha detto Antonio Piu – e tra queste le piste ciclabili che fanno parte del circuito regionale e che noi abbiamo chiamato le vie dell’università. E se con questo progetto si punta a creare un minor impatto del traffico, dall’altro si conferma la politica dell’amministrazione che punta a una nuova cultura della mobilità urbana».

«Ecco, allora – ha aggiunto Maria Vittoria Casu –, che la scuola diventa centrale anche per la trasmissione di questi valori, come quello della sostenibilità ambientale e la mobilità. Per le scuole sarà un’occasione in più per rendere concreti ed evidenti gli insegnamenti proposti alle nostre giovani generazioni, siamo convinti che ne valga la pena ».

«Con questo progetto viene riconosciuto il ruolo centrale della scuola – ha detto Maria Paola Curreli – perché se si pensa a un cambiamento è giusto che la scuola debba essere inclusa».

Nel progetto, poi, viene prevista l’istituzione e la formazione della figura del mobility school manager che sarà presente in alcune scuole cittadine e all’Università quindi la realizzazione di nuovi percorsi del Piedibus in alcuni quartieri cittadini e la realizzazione del car pooling scolastico. Si integra, inoltre, la recente istituzione della figura del Nonno Vigile e l’attivazione di “bonus finanziari” per la promozione e l’incentivazione a comportamenti virtuosi di mobilità sostenibile.

E se il dirigente dell’Azuni, Roberto Cesaraccio ha segnalato la necessità di interventi per alcune criticità nel trasporto, il presidente dell’Atp, Roberto Mura ha fatto presente che «siamo convinti che le sinergie portino risultati. La prima cosa che abbiamo fatto in questo nostro anno di mandato è stata studiare l’intera rete viaria della città e trovare alcune criticità sulle linee». Il presidente, poi, così come richiesto dall’amministrazione comunale ha fatto sapere che l’Atp ha «predisposto un piano della mobilità e a breve presenteremo le nuove linee. Inoltre – ha concluso – abbiamo preso in esame la questione Scuole e siamo aperti al dialogo con tutti».

Il progetto sarà finanziato con 1.599.720,72 euro, di cui 959.832,43, pari al 60 per cento saranno quota di finanziamento ministeriale, e 639.888,29 euro, pari al 40 per cento, saranno quota di co-finanziamento comunale. A loro volta i fondi comunali saranno così composti: 236.400 euro rappresentati dal progetto “Piano comunale della sicurezza stradale della città di Sassari”, quindi 288.933,33 attraverso l’utilizzo degli introiti dei parcheggi pubblici e 114.554,99 euro quale somma dei costi a carico dell’amministrazione comunale attraverso l’impiego di risorse umane interne.

Andrea Bazzoni

 

Info su La Redazione

Controlla Anche

Presepi

Alghero. Mostra fotografica “Presepi” dal 8 al 16 dicembre

Il Circolo Fotografico Le Conce in collaborazione con l’Associazione Culturale Caitta, organizza una mostra fotografica …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com