Home / Attualita' / CRONACA / Rigopiano, Otto persone vive estratte dalle macerie

Rigopiano, Otto persone vive estratte dalle macerie

Oltre 40 ore sotto la neve, i detriti, la mole immensa di macerie che li ha sepolti insieme a un’altra ventina di persone, ancora disperse. Per 8 di loro il destino è stato diverso, mentre ancora si scava tra le macerie di quello che resta dell’Hotel Rigopiano, ridotto a un ammasso indefinito di rovine sotto la coltre impietosa della valanga e della neve caduta in questi giorni. Otto persone estratte vive da quell’inferno. Si tratta di 3 uomini, 3 donne e 2 bambini che avevano trovato riparo nel locale cucine del resort. I soccorritori, al lavoro in condizioni difficilissime e ad alto rischio di nuove valanghe, li hanno estratti dopo due lunghi interventi separati. Tra i primi ad uscire da quella trappola mortale una donna con la sua bambina, che secondo le prime battute di agenzia si sarebbero mantenute in vita grazie a un fuoco acceso dalla donna e ad alcuni viveri in loro possesso. Si tratterebbe della moglie dell’uomo che aveva dato per primo l’allarme, il cuoco Giampiero Parete, miracolosamente sopravvissuto perchè all’esterno dell’hotel al momento della slavina. Delle altre persone salvate ancora non si conosce l’identità ma il loro salvataggio riaccende la speranza che al Rigopiano possano esserci altri superstiti. Incessante il lavoro dei soccorsi. Per due delle persone estratte vive, la bambina e un uomo, si è reso necessario il trasporto in una struttura ospedaliera attrezzata a L’Aquila. Le condizioni dei due sarebbero serie.

Info su A. M.

Controlla Anche

Polizia

GdF Catania. Interessi della “Stidda” nella produzione di imbalaggi e rifiuti

I Finanzieri del Comando Provinciale di Catania, a conclusione di un’indagine coordinata dalla Procura Distrettuale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com