Home / Attualita' / Quelli degli Anni 60/70, grande successo in Piazza Othoca a Santa Giusta

Quelli degli Anni 60/70, grande successo in Piazza Othoca a Santa Giusta

Grande successo di Quelli degli Anni 60/70, che si sono esibiti in Piazza Othoca a Santa Giusta. Il trasferimento di sede si era reso necessario dopo che gli intoppi di vario genere, hanno impedito che la Quinta edizione dell’evento,  come era ormai diventata una consuetudine, si potesse svolgere nella Piazza Eleonora di Oristano. L’organizzazione dello spettacolo in Piazza Othoca a Santa Giusta, è stato reso possibile, soprattutto grazie agli sforzi organizzativi e anche finanziari dell’Associazione Salvo D’acquisto Asd No Profit Aps, la Casa Della Musica di Oristano e il Comune di Santa Giusta. Il nuovo corso della manifestazione, nel rispetto della nuova sede, è stata denominata “Santa Giusta Sound – 2017 – Prima Edizione QUELLI DEGLI ANNI 60/70”. A Presentarla, come sempre gli inossidabili Nanni Di Cesare, Massimo Murtas e Silvia Orrù Fara Valentino. Hanno Partecipato i Gruppi : – A.51 – Dinosauri – Sine Dubio – Retrò Gusto – Rock Sound – Itta Si Nanta – Gli Angeli Selvaggi.
“Quelli Degli Anni 60/70” è uno spettacolo no profit ideato e da sempre organizzato da Gigi Pisu. “Un evento – come spiega lo stesso Pisu – pensato per far rimembrare, far conoscere, far sognare… ma non solo! Tutti i gruppi, che per l’occasione, si rincontrano nelle sale prove mesi prima dell’evento, per poter tirar fuori il meglio di loro. C’è addirittura chi non ha mai smesso di suonare. Questo è il frutto di un’idea condivisa da alcune persone, che grazie all’unione tra le forze è stata concretizzata fino a diventare un vero e proprio appuntamento annuale”.
Ogni anno per la buona riuscita dell’evento vengono chiamati i migliori staff tecnici assemblatori che Oristano conosca, come il Sound Light Service di Massimiliano Mariotti, Dielle Service con Emiliano De Lauso, Varie Equipe.
L’ideatore e organizzatore Gigi Pisu, anche se un po’ amareggiato, per essere stato costretto a rinunciare alla sede dove l’evento era nato cinque anni fa, non ne fa un dramma, anzi spiega che “Non ho nulla contro l’amministrazione oristanese, anzi, ringrazio l’assessore Pinna per aver accettato la nostra proposta, semplicemente non avevamo i mezzi necessari per far fronte alle pesanti norme sulla sicurezza che la legge impone. L’associazione Salvo D’acquisto e l’Amministrazione comunale di Santa Giusta, invece,  ci hanno offerto su un piatto d’argento la possibilità di proporre lo spettacolo nella loro piazza e noi non potevamo rinunciare, anche per rispetto di tutti i musicisti che durante la calda estate, hanno dovuto rinchiudersi in sala prove, per mettere a punto il loro repertorio tassativamente anni 60/70. Ringrazio tutti coloro che ci sono stati vicino e che hanno dato il loro contributo affinché lo spettacolo avesse il successo che ha avuto. Un particolare ringraziamento va a Nanni e Daniele per la loro preziosa collaborazione”.
Per chi oggi ha sui sessanta anni, l’evento è stato un vero tuffo nel passato, con una moltitudine di emozioni e di ricordi
Gian Piero Pinna

Info su Redazione OR

Controlla Anche

circo

Da Napoli un forte no al circo con animali

Il 21 ottobre la LEAL a Napoli ha messo in atto una campagna di raccolta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com