Home / Attualita' / Il Palio di Ollolai come il Palio di Siena “in miniatura”

Il Palio di Ollolai come il Palio di Siena “in miniatura”

Gentili signore e signori,

ho appreso dai mezzi di informazione http://www.eventiesagre.it/Eventi_Feste/9329_Palio+Degli+Asinelli.html che il 14 e 15 Luglio a Ollolai (NU) si organizza il 16° PALIO DEGLI ASINELLI, 14° PALU DE SOS VIHINADOS, 8° CORTEO MEDIEVALE DELLA SARDEGNA. Il programma prevede trekking someggiato nella montagna di Ollolai, esposizione etnie di asino sardo e asino dell’Asinara, corteo medievale della Sardegna con figuranti della sfilata storica del Palio dei Mussi di Riese Pio X in Veneto, sbandieratori e musici del Palio di Alba in Piemonte, spettacolo etnico, spettacolo pirotecnico (un vero incubo per gli animali), pranzo nelle contrade partecipanti al palio e Nutella party, così si schiaccia l’occhio anche alle multinazionali del cibo spazzatura.

Lo scopo è quello di promuovere e valorizzare un animale, l’asinello, che nel passato rappresentava un bene prezioso per ogni famiglia Ollolaese, e far conoscere ad un ampia platea il nostro paese a traverso questa manifestazione. Lo spettacolo per la sua originalità sembra evocare in miniatura il fastoso e famoso “Palio di Siena”. (…) Il Palio ha origine nel 1970 (…) dopo alcuni anni di necessario rodaggio, la manifestazione ha assunto un carattere di decisa rievocazione storica. (…) Attualmente le contrade o VIHINADOS sono cinque, con colori e animali che li contraddistingue (…). L’obbiettivo dell’evento è la promozione dell’asinello Sardo, animale indispensabile, in passato, come bestia da soma, specie nei territori impervi, con la motorizzazione ha perso molte sue prerogative. Rimane, però, la  possibilità di salvaguardare e valorizzare la specie asinina a rischio estinzione e contestualmente sviluppare le economie locali attraverso un rapporto armonico con l’ambiente e il territorio e il totale rispetto della salute dell’uomo e del suo benessere psicofisico. L’asino è un animale dal carattere mite e sincero, amico dei bambini, e l’incarnazione della lentezza e della tranquillità, ma anche della mitezza, della sobrietà, dell’umiltà doti rare nel mondo d’oggi che l’associazione vuole salvaguardare.”

Quanta ipocrisia in queste parole se messe a confronto con ciò che si vede nella drammatica corsa dei questi disgraziati animali.

Paragonare questo palio a quello di Siena non mi pare una idea grandiosa, visto che quest’ultimo vanta un tragico primato: 50 cavalli morti per divertimento dal 1970 a oggi. E proprio quest’anno, il Palio di Siena del 2 Luglio, ci ha regalato la performance di Tornasol https://www.youtube.com/watch?v=fGOqH-f-Cg8 che si è rifiutato di correre, un po’ come fanno gli asini in tante competizioni, ma loro non vengono graziati e sono costretti a correre, battuti con mani e frustini.

Ho letto il Regolamento del Palio http://www.prolocoollolai.it/palio-regolamento.php che vieta “l’uso degli aiuti in modo improprio o eccessivo tale da provocare sofferenze all’animale, (ossia pile elettriche, speroni, frustini con punte in metallo ecc.)” vieta di “utilizzare per la manifestazione Asinelli di età inferiore a quattro anni”; prende anche posizione nei confronti dei fantini tant’è che vieta “la partecipazione alla manifestazione dei fantini che abbiano riportato condanne per maltrattamento o uccisione di animali, spettacoli o manifestazioni vietati, competizioni non autorizzate e scommesse clandestine di cui agli articoli 544-bis, 544-ter, 544-quater, 544- quinquies e 727 del codice penale, in cui si e evidenziati uso di sostanze stupefacenti o dopanti attraverso controlli a campione nonché risultino positivi ad alcol test a campione prima della gara in base alla norme attuali vigenti;”

Considerato ciò che si vede in certi palii, sembra che questo regolamento sia severo. Sul sito web non è specificato da quando sia in vigore ma lo era certamente lo scorso anno quando però non fu rispettato. Basta guardare l’edizione 2016 della corsa https://www.youtube.com/watch?v=HTrWtb4MxFY e si vede lo stesso spettacolo crudele negli anni passati come nel 2011 https://www.youtube.com/watch?v=meUfskWpM8o con fantini che cavalcano asini frustati, battuti con mani e gambe tra la folla gioiosa ed eccitata. In questo video del 2012 https://www.youtube.com/watch?v=cPdId-TpAeA il cronista si esprime così: “Gli asinelli partono in picchiata e sembrano essere consapevoli del ruolo che in quel momento stanno svolgendo. Il pubblico divertito li incita e loro corrono all’impazzata per arrivare al traguardo” Non ci sono parole per commentare questo spettacolo schiavista, in barba a “lentezza e tranquillità” dell’animale.

Il montepremi è di 4250 euro. Gli amministratori del Comune pensino a quanto si potrebbe fare con tutto questo denaro…

Visto che le contrade sono 5, gli asini sono 5 e i componenti della Giunta Comunale sono 5, gentilissimi Sindaco Efisio Arbau e Assessori Michele Cadeddu, Franca Bussu, Maria Francesca Frau, Maria Laura Ghisu: Vi piace il palio? Correte Voi, al posto degli asini, non dei fantini. Sarebbe la prima volta in cui si vedrebbero amministratori correre davvero per fare qualche cosa.

Cordiali saluti.

Paola Re

Via Virginio Arzani n.47

15057 Tortona (AL)

Info su La Redazione

Controlla Anche

Mediateca

Cagliari. Aprirà al pubblico giovedì la nuova biblioteca di Is Mirrionis

Aprirà al pubblico giovedì la nuova biblioteca di Is Mirrionis Giovedì 28 settembre alle 16,30 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com