Home / Attualita' / CRONACA / Palermo: La Vardera farsa elettorale per documentario Mediaset

Palermo: La Vardera farsa elettorale per documentario Mediaset

Ismaele La Vardera, avrebbe inscenato la candidatura a sindaco di Palermo per girare un documentario Mediaset sulla malapolitica siciliana.

La VarderaIl sindaco, dal 12 giugno”, questo il titolo del manifesto elettorale, in pieno stile cinematografico, di Ismaele La Vardera, candidato a sindaco di Palermo sostenuto dal gruppo Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni e Noi con Salvini. Il poco più che ventenne aspirante sindaco, che alle ultime elezioni amministrative ha guadagnato il 2,7% di voti dei palermitani, avrebbe però inscenato il tutto per poter riprendere dall’interno la malapolitica siciliana e creare un documentario (o servizio) per conto, secondo molti, del programma televisivo di Italia 1Le Iene“.

A scoprire la presunta truffa ai danni degli elettori palermitani è stato Francesco Benigno, attore protagonista di Mary per sempre e candidato al consiglio comunale con La Vardera. Proprio ieri sera i due sono stati protagonisti di una “rissa” conclusasi con l’arrivo in ospedale di Ismaele La Vardera (che avrebbe chiesto un collare per precauzione) e dei due cameramen dell’aspirante sindaco, dopo un diverbio avuto con lo stesso Benigno, il quale continua a ripetere che non c’è stata alcun tipo di colluttazione con La Vardera, ma avrebbe soltanto buttato a terra le telecamere dopo che gli operatori, strattonando la sua compagna, le avrebbero causato una ferita alla gamba (tagliandosi con il tavolo).

Benigno avrebbe inoltre riferito che la rissa sarebbe cominciata dopo che Ismaele La Vardera gli avrebbe confessato i suoi veri piani e gli avrebbe chiesto l’autorizzazione ad utilizzare la sua immagine per le riprese. Secondo il racconto dell’attore, La Vardera avrebbe detto di aver ripreso tutta la campagna elettorale con telecamere nascoste, con l’aiuto di un operatore di Mediaset, il quale veniva presentato come un amico. I collaboratori di La Vardera avevano già avuto dei dubbi sulla presunta farsa, per via delle perenni telecamere e della feste piene di gente “microfonata” (compresa la madre dello stesso La Vardera).

Delusione da parte di Matteo Salvini e Giorgia Meloni (che non avrebbe concesso al ragazzo l’autorizzazione ad utilizzare la sua immagine). Fratelli d’Italia, partito che ha sostenuto La Vardera fino a questo momento starebbe già preparando un esposto in procura. Dagli studi Mediaset, intanto, dicono di essere allo scuro di quanto accaduto, ma si farà più chiarezza se e quando Davide Parenti, responsabile del programma “Le Iene”, rilascerà un comunicato in merito alla vicenda. Intanto Ismaele La Vardera non ha ancora detto la sua, ma l’accusa è quella di truffa ai danni degli elettori di Palermo. La farsa elettorale non è proprio andata giù a chi in tutti questi mesi ha creduto al ragazzo dal ciuffo rosso.

Foto: © ismaelesindaco.it

Info su Antonello Ciccarello

Controlla Anche

ostriche

Chiasso, sardo fermato in stazione con assegno da 50 milioni di euro. Giovanni D’Agata: “L’indagine è scattata su più fronti”

Chiasso, sardo fermato in stazione con assegno da 50 milioni di euro. Giovanni D’Agata: “L’indagine …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com