Home / Attualita' / Oristano. Progetto circonvallazione nord, la lettera aperta del Coordinamento dei Comitati Cittadini di Oristano

Oristano. Progetto circonvallazione nord, la lettera aperta del Coordinamento dei Comitati Cittadini di Oristano

Il Coordinamento dei Comitati Cittadini di Oristano ha inviato una lettera aperta che puntualizza l’appello indirizzato alla Città e ai Consiglieri Comunali in merito all’inserimento all’ODG della riunione del Consiglio Comunale di Oristano per domani 17 Gennaio, del punto relativo all’approvazione del progetto definitivo della circonvallazione nord di Oristano.

<<Egregio concittadino,

da lustri Oristano attende la realizzazione di una strada di circonvallazione che riduca il traffico improprio e il traffico pesante dalle strade cittadine, dove per traffico improprio si intende quello non diretto in città ma che la deve obbligatoriamente attraversare per raggiungere destinazioni diverse (es. il mare), e per traffico pesante, principalmente, autobus e camions.

Da lustri esiste il progetto della Provincia, oggi in fase di realizzazione in un primo lotto, di una circonvallazione ad ovest che da Oristano nord segue l’argine del fiume Tirso, attraversa la rotonda di Brabau, e da Pesaria e giunge a Oristano sud e alla zona Industriale. Purtroppo parte del finanziamento di questa circonvallazione è stato scippato di una parte importante dei soldi necessari al suo completamento. La Regione Sardegna nel mese di giugno del 2015 aveva assegnato alla Provincia un finanziamento di 6 milioni di euro per la bretella di collegamento della circonvallazione dall’argine del Tirso alla strada del Porto. Il Sindaco di Oristano, approfittando della cessazione del mandato della giunta provinciale, ha chiesto ed ottenuto dalla Regione che una parte di quei 6 milioni fossero sottratti alla Provincia ed assegnati in parte al Comune di Oristano per altri lavori (certamente meno urgenti), mentre l’altra consistente parte è stata persa..gentilmente lasciata alla Regione. Questa insana iniziativa del Sindaco di fatto ha privato la città di un’opera che avrebbe avuto effetti importantissimi per la riduzione del traffico interno, basti pensare a quante automobili provenienti da o dirette a Cabras avrebbero avuto da Pesarla un percorso rapido e diretto per l’Ospedale, i palazzi finanziari, la zona Industriale, la S.S. 131, liberando in gran parte il prolungamento di Viale Repubblica e le strade interne.

Stesso vantaggio avrebbe avuto l’ingresso sud di Oristano. Il Sindaco e la sua Giunta hanno inteso invece “regalare” alla città un’altra strada che “loro” chiamano circonvallazione, ma che, e ne sono consapevoli, circonvallazione non è. La loro idea è quella di deviare buona parte del traffico di Via CagliariOristano nord a Sa Rodia, attraversando la Città e sfiorando case, scuole e impianti sportivi.

La non circonvallazione correrà dentro la città e renderà pericoloso il suo attraversamento per raggiungere quella che è sempre stata una zona vocata alle attività all’aperto e allo sport. Anziché valorizzare l’aspetto ambientale e salutista della zona, in parte già compromesso dall’apertura del ponte di Brabau, questa Amministrazione le arrecherà un violento e irresponsabile attacco che rovinerà per sempre un bel quartiere che appartiene ed è goduto da tutti i cittadini. La “non circonvallazione” Tendas, con le sue 5 rotonde di diametro superiore a 30 metri, aumenterà considerevolmente l’inquinamento da gas di scarico e da rumore proprio dove gli oristanesi si recano ogni giorno a camminare, a correre, a giocare a tennis o a calcio. Passerà a 20 metri dall’ingresso della scuola elementare di Sa Rodia, attraverserà Viale Repubblica nell’incrocio del vecchio palazzetto, dove si unirà al traffico proveniente da Cabras in una trafficatissima rotonda, si incuneerà tra le case, si addosserà ai campi da tennis, al centro di aggregazione giovanile, all’Istituto Tecnico Atzeni, passerà nel retro dei palazzi di Città Giardino.

C’è da chiedersi quale sia lo scopo di tutta l’operazione. Non decongestionerà l’ingresso nord di Oristano, visto che l’accesso alla non circonvallazione è previsto dalla rotonda dell’AGIP e dalla Lottizzazione Cualbu, eliminerà il traffico da un percorso commerciale (Via Cagliari-Via Diaz) e lo sposterà in una zona residenziale, non agevolerà l’accesso al pronto soccorso, nel suo percorso contorto e visto l’attraversamento di punti sensibili, ridurrà di poco o niente il traffico interquartiere di Sa Rodia, non collegherà Oristano nord con Oristano sud. Certamente un grosso vantaggio avranno invece le nuove lottizzazioni che stanno sorgendo dietro via Campanelli e Via Cairoli, che si vedranno realizzare opere di urbanizzazione i cui costi avrebbero dovuto essere a carico dei lottizzanti. Il Comitato Sa Rodia è nato con lo scopo di impedire questo scempio.

Ferme restando le esigenze delle lottizzazioni e di riordino della viabilità interquartiere, il punto di vista del Comitato è stato da subito quello di cercare valide alternative, che pur ci sono, ad una scelta sbagliata. Purtroppo da parte del Sindaco Tendas e dell’Amministrazione Comunale, c’è stata da subito una chiusura totale: nessuna disponibilità al dialogo e nessuna volontà di considerare soluzioni diverse e condivise. Oggi ci troviamo pressoché ad un punto di non ritorno. Il Consiglio Comunale di martedì 17 gennaio pone all’ordine del giorno l’approvazione del progetto definitivo della non circonvallazione.

Il progetto giunge in aula privo della Valutazione Ambientale e Strategica (Vas), strumento fondamentale per valutare gli effetti ambientali dei piani o dei programmi, prima della loro approvazione (ex ante), durante ed al termine del loro periodo di validità. Nella proposta di delibera è scritto di “..dover escludere la variante urbanistica dal novero dei piani o programmi da sottoporre alla procedura di assoggettabilità a VAS, in quanto la realizzazione della circonvallazione urbana era già prevista nel vigente P.U.C. e quindi i relativi effetti erano già stati valutati dalla procedura di Valutazione Ambientale Strategica conclusasi con il provvedimento emesso dalla Provincia di Oristano con determinazione del Dirigente del Settore Ambiente e Suolo n° 549 del 11/10/2010. La attuale variante di tracciato introduce unicamente degli aspetti di dettaglio che non hanno alcuna rilevanza ambientale generale”. Verrà chiesta solo successivamente al competente ufficio Ambiente della Provincia di Oristano la dichiarazione di non assoggettabilità a VAS prima della adozione definitiva. Il Comitato, sentito il parere di alcuni urbanisti, ritiene invece che inserire una strada delle caratteristiche di quella in progetto, con la mole di traffico previsto, con le sue 5 grandi rotatorie e inferente con luoghi pubblici affollati, introduca elementi tutt’altro che di dettaglio che hanno un’importante rilevanza ambientale. Davvero non si capisce come il Consiglio comunale possa accettare la responsabilità, anche giuridica, di approvare un progetto privo di un documento fondamentale che va acquisito ex ante.

Non solo, manca anche la dichiarazione di non assoggettabilità dell’ufficio Ambiente della Provincia. Il motivo non è dato a sapere. Il Comitato si rivolgerà alle autorità competenti affinché accertino l’eventuale omissione. Questa lettera è rivolta ai Consiglieri comunali e a tutti i cittadini di Oristano. Ai consiglieri comunali, affinché facciano prevalere, nelle loro scelte di voto, gli interessi della Città agli interessi particolari e di parte, confrontandosi con i cittadini prima di assumere decisioni sui temi per i quali gli stessi cittadini, che per primi subirebbero le conseguenze di scelte sbagliate, hanno espresso perplessità e contrarietà. Abbiamo chiesto ai capigruppo in Consiglio di incontrarci un quarto d’ora prima del’inizio della seduta di martedì per fissare un’assemblea pubblica in cui approfondire tutti gli aspetti del progetto. Non sappiamo se tale richiesta verrà accolta o se per l’ennesima volta ci sarà chiusura totale da parte di alcuni. A tutti i cittadini che hanno a cuore il futuro di Oristano chiediamo di partecipare, chiediamo di aiutarci a dare con la nostra presenza un segnale importante all’Amministrazione Comunale. Aiutaci a difendere la tua Città, la tua presenza è molto importante. Partecipa con noi alla seduta del Consiglio Comunale.

Aula Consiliare alle ore 17.00 di martedì 17 gennaio.

Chi volesse seguire comunque la seduta può farlo collegandosi all’indirizzo: https://www.youtube.com/user/cedcomuneor.

La registrazione della seduta potrà essere vista anche in differita.>>

 Oristano. Progetto circonvallazione nord, la lettera aperta del Coordinamento dei Comitati Cittadini di Oristano

Info su Francesca Pitzanti

Controlla Anche

Polizia di Stato

Sassari. Polizia di Stato: il progetto “…Questo non è amore” all’interno del centro commerciale “Auchan”

Nell’ambito del progetto “…Questo non è amore” la Polizia di Stato è presente all’interno del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com