Home / POLITICA / On.Maullu:In Europa con Merito – Tirocini al Parlamento Europeo

On.Maullu:In Europa con Merito – Tirocini al Parlamento Europeo

Voglio aiutare concretamente giovani laureati sardi a fare un’esperienza internazionale, ad ampliare le conoscenze offrendo l’opportunità di frequentare un ambiente stimolante e formativo.EuropaI tirocini sono finalizzati a completare le conoscenze acquisite nel corso degli studi e familiarizzarsi con l’attività del Parlamento europeo e delle Commissioni.
Promuovo, per il 2017, l’assegnazione di n. 12 tirocini presso il Parlamento Europeo, con rimborso spese pari a 1.000 euro, a laureati sardi meritevoli non ancora inseriti nel modo del lavoro.
Regolamento
Art.1 – Istituzione del tirocinio.

Sono istituiti n. 12 tirocini, per i quali è previsto rispettivamente un rimborso di
€ 1.000 euro ciascuno (compresa copertura assicurativa malattie e infortuni per il periodo), da erogare tramite il riconoscimento della copertura delle spese di partecipazione ad uno stage di un mese presso il Parlamento Europeo.
Art.2 – Requisiti di ammissione

La partecipazione al concorso è riservata a laureati nati e residenti in Sardegna che abbiano conseguito, entro il 28 febbraio 2017, un titolo di laurea (magistrale o specialistica) o un titolo equivalente, con una votazione non inferiore a 100/110 presso una università od un istituto equiparato con sede in Sardegna.

Art.3 – Domanda di partecipazione

La domanda di partecipazione al concorso, redatta in forma libera e sottoscritta, nonché i relativi allegati, devono essere inviati esclusivamente in formato
elettronico all’indirizzo mail [email protected] entro e non oltre il 28 febbraio 2017.

Il candidato dovrà indicare nella domanda, sotto la propria responsabilità:
– Dati anagrafici e di residenza
– Domicilio (se diverso dalla residenza) e recapiti ai quali si intende ricevere ogni comunicazione.
– di essere cittadino di un Paese dell’Unione Europea;
– di non aver riportato condanne penali e di non essere stato sottoposto a misure di sicurezza;
– le finalità che si ripromette di conseguire nel campo degli studi, anche in relazione a quelli già percorsi, e nella successiva attività professionale;
– di autorizzare il trattamento dei dati personali ai sensi del D.lgs 196 del 30 giugno 2003, nonché l’eventuale pubblicazione del materiale inviato o la sua eventuale diffusione.

Contestualmente alla domanda dovranno essere prodotti i seguenti documenti:
– Copia del certificato di laurea, nel quale siano indicate le votazioni riportate nei singoli esami e nell’esame di laurea, nonché la data di conseguimento della laurea stessa;
– un circostanziato curriculum vitae;
– una copia della tesi di laurea;
– una sintesi della tesi di laurea di non più di tre cartelle;
– ogni altra documentazione (scritti, pubblicazioni, titoli professionali e culturali, attestati accademici ecc.) riguardante attività scientifiche, didattiche e di ricerca svolte e che il candidato ritenga utile sottoporre per la formulazione del giudizio;
– idonea certificazione attestante la buona conoscenza della lingua inglese e/o francese.
Ad esclusione delle certificazioni ufficiali, tutta la documentazione prodotta dal candidato potrà essere redatta in lingua italiana, inglese o francese.

Art. 4 – Procedura di assegnazione

L’accesso al tirocinio sarà decretato sulla base del giudizio insindacabile e inappellabile relativamente al profitto scolastico e di ogni altro elemento ritenuto influente sul richiedente.

Ai vincitori del concorso sarà inviata una apposita comunicazione via e-mail.
I candidati selezionati per effettuare un tirocinio al Parlamento Europeo dovranno firmare una convenzione di tirocinio.
I tirocinanti saranno coperti per l’intera durata del tirocinio contro i rischi di malattia e di infortunio, tramite copertura complementare rispetto al sistema nazionale o a qualsiasi altra assicurazione di cui i tirocinanti possano disporre.

Art. 5 – Obblighi del vincitore

Il vincitore del concorso dovrà far pervenire alla Segreteria dell’On. Maullu (Via Spontini, 5 – Milano 20131), a pena di decadenza, entro 30 giorni dalla data di comunicazione dell’assegnazione del tirocinio, una comunicazione scritta di accettazione e i seguenti documenti:
– un certificato di nascita ovvero dichiarazione sostitutiva sottoscritta dall’interessato;
– un certificato di cittadinanza del Paese di provenienza ovvero dichiarazione sostitutiva sottoscritta dall’interessato;
– un certificato rilasciato dall’Autorità competente o equivalente autocertificazione che attesti di non avere in corso a proprio carico procedimenti penali, di non aver riportato condanne penali e di non essere stato sottoposto a misure di sicurezza;
Qualora entro i tempi sopra indicati il candidato non manifesti le proprie intenzioni in forma scritta, come previsto, la Commissione procederà, senza ulteriore avviso, con l’assegnazione del tirocinio al candidato che segue nella graduatoria e così a seguire.
Per maggiori informazioni i candidati potranno rivolgersi, per iscritto a [email protected]
Art. 6 – Privacy

La partecipazione al concorso implica l’incondizionata accettazione del presente regolamento ed il consenso al trattamento dei propri dati, avendo preso nota dell’informativa ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196
Messaggi – Contatti – Calendario – Opzioni – PEC webmail – Logout
Copyright © 2016 – Aruba S.p.A. – tutti i diritti riservati

Info su La Redazione

Controlla Anche

Simbolo Movimento Sociale Sardo

MSS: “Pigliaru dia un segnale forte, contro l’invasione di algerini”

I continui sbarchi di algerini in Sardegna aumentano col passare del tempo. I giovani africani …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com