Home / LE PROVINCE / Cagliari / “Noi con Salvini”, Giro d’Italia: Volpi, strade pericolose

“Noi con Salvini”, Giro d’Italia: Volpi, strade pericolose

Governo intervenga per salvare incolumità di corridori e residenti
Roma, 31 mar. – “Una vetrina importante come il giro d’Italia non può trasformarsi un boomerang negativo. Il 5 maggio infatti prenderà il via la centesima edizione del giro d’Italia con la prima tappa che andrà  da Alghero ad Olbia, percorrendo tutta la litoranea che va da Alghero a Sassari, a Santa Teresa di Gallura e poi fino ad Olbia passando per Cannigione e San Pantaleo. Seguiranno poi la seconda tappa (Olbia – Tortolì) e la terza (Tortolì – Cagliari). Un’occasione unica per far conoscere le più belle località dell’isola, vista la grande copertura mediatica che avrà l’evento ma che rischia di essere rovinata dalle pessime condizioni della strada della provinciale percorsa dagli atleti: buche, mancanza delle linee di demarcazione della mezzeria e dei limiti esterni della carreggiata, totale assenza di illuminazione, tratti con guard-rails distrutti e mai sostituiti con curve a gomito totalmente sprovviste. Il giro quindi invece di rappresentare un biglietto da visita per la costa e per l’isola rischia di trasformarsi in una campagna negativa”. . Il senatore Raffaele Volpi, vice presidente nazionale di Noi Con Salvini e firmatario dell’interrogazione, lancia l’allarme. “Per questo  abbiamo presentato un’interrogazione ai ministri delle Infrastrutture e dei Trasporti e dei Beni culturali per chiedere al governo di promuovere urgentemente i lavori di ristrutturazione delle strade. Allo stesso tempo chiediamo che vengano messe in atto strategie di miglioramento e riqualificazione dell’ambiente urbano, sia per l’importanza dell’imminente evento sportivo, che per la tutela dell’incolumità dei residenti che transitano su tali percorsi. Il grave  dissesto stradale e la pessima manutenzione del paesaggio urbano – conclude Volpi- causano infatti numerosi incidenti gravi se non mortali, ed impediscono lo sviluppo di attività economiche di ogni tipo, che rappresenterebbero risorse preziose per le popolazioni locali”. Proprio sul ruolo fondamentale che il turismo riveste per l’isola si concentra Dario Giagoni Coordinatore NCS Nord Sardegna. “La Sardegna, isola regina del turismo mediterraneo, non può presentarsi a un evento così importante come il Giro d’Italia con un abito rattoppato. Questa situazione danneggia fortemente questo settore dell’economia sarda”.

NOI CON SALVINI NORD SARDEGNA

Interrogazione Giro d’Italia

Info su La Redazione

Controlla Anche

sardegna

A Foras: contro l’occupazione militare della Sardegna

Servitù militari in Sardegna. La posizione di “A Foras” sull’accordo Stato-Regione e l’emendamento Scanu: sulle basi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com