Home / Attualita' / CRONACA / Napoli. Sgominata una organizzazione dedita al contrabbando di sigarette, 9 arresti

Napoli. Sgominata una organizzazione dedita al contrabbando di sigarette, 9 arresti

Nella mattinata di ieri, i militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza del II Gruppo Napoli hanno condotto agli arresti domiciliari 9 persone.

Gli arresti sono stati effettuati in seguito ad un’ordinanza emessa dal GIP del Tribunale di Napoli, su richiesta della Direzione distrettuale Antimafia, in quanto persone ritenute responsabili (a vari titoli) dei reati di associazione finalizzata al contrabbando di tabacchi lavorati esteri.

Una vera e propria organizzazione criminale che operava a Napoli, estendendosi nella provincia partenopea (Portici, Melito di Napoli e Gugliano in Campania) e con ramificazioni anche in provincia di Perugia.

I 9 arresti giungono a conclusione di indagini e attività di servizio in materia di contrabbando di tabacchi lavorati esteri e si è proceduto al sequestro di ingenti quantitativi di sigarette e tabacchi di contrabbando e introdotte nel Paese.

Le indagini si riferiscono alle operazioni della Guardia di Finanza svolte fra il 2012 e il 2013, atte a smascherare il traffico illegale di tabacchi attraverso una costante attività di intercettazione.

Le numerose perquisizioni all’interno di porti e scali commerciali marittimi in tutto il territorio italiano hanno portato ad un sequestro complessivo di oltre 19 tonnellate di tabacchi di lavorazione estera di contrabbando.

La merce illegale veniva introdotta in Italia attraverso il Porto di Napoli ed altri scali marittimi, fra i quali i porti di Venezia e Bari dove si sono scoperti i carichi più ingenti.

Solitamente, all’interno di container per il trasporto di frutta e verdura e dietro una “facciata” di prodotti ortofrutticoli, si celavano tonnellate di sigarette.

Le principali operazioni delle fiamme gialle più importanti sono:

  • Porto di Napoli, 16/05/2012: 10 tonnellate di sigarette di contrabbando di marca Brooks nascoste all’interno di un container proveniente dalle Filippine che avrebbe dovuto contenere mobili destinati ad una società partenopea (risultata inesistente);
  • Porto di Venezia, 15/11/2012: 4 tonnellate di tabacchi lavorati esteri di contrabbando di marca Range Classic e Sila 205, nascoste in un container dietro un carico di copertura composto da prodotti ortofrutticoli;
  • Porto di Bari, 14/01/2013: 5 tonnellate di sigarette estere di contrabbando di marca Gold Classic, Marble, Capital, Raquel, Pride, Palace, anch’esse occultate all’interno di un container che trasportava un carico di copertura di prodotti ortofrutticoli.
Napoli. Sgominata una organizzazione dedita al contrabbando di sigarette, 9 arresti Napoli. Sgominata una organizzazione dedita al contrabbando di sigarette, 9 arresti

Francesca Pitzanti

Info su Francesca Pitzanti

Controlla Anche

La Guardia costiera blocca due pescatori di ricci

La Guardia Costiera blocca due pescatori di ricci

Prosegue l’attività di controllo sulla filiera della pesca da parte degli uomini della Guardia Costiera. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com