Home / Ambiente / Maddalena. Stagione estiva: al via le prime assunzioni del personale stagionale del Parco Nazionale dell’Arcipelago

Maddalena. Stagione estiva: al via le prime assunzioni del personale stagionale del Parco Nazionale dell’Arcipelago

Partono dal prossimo quattro maggio le prime sei assunzioni del personale stagionale del Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena.

maddalena

Sei persone che andranno a comporre i primi tre equipaggi degli undici che durante l’estate saranno impegnati nel controllo delle acque dell’Arcipelago.  Per queste prime settimane di attività gli assunti collaboreranno all’interno dell’Ufficio turistico del Comune di La Maddalena per le informazioni di natura ambientale che riguardano il Parco Nazionale; l’Infopoint verrà aperto nei prossimi giorni. Un risultato importante per riuscire a rispettare la cronologia di impegni dettata dal Comandante Leonardo Deri al momento del commissariamento dell’Ente Parco.

«Ci siamo dati una precisa cronologia di impegni che stiamo cercando di mantenere sia per quello che riguarda l’attività amministrativa dell’Ente sia per quello che riguarda l’attività operativa di tutta la stagione estiva  – spiega il Comandante della Capitaneria di Porto e Commissario straordinario dell’Ente Parco Leonardo Deri – Non è semplice ma gli uffici stanno rispettando le indicazioni e un primo risultato è visibile con l’assunzione entro la prima settimana di maggio dei primi tre equipaggi degli undici totali destinati alla stagione estiva. Con questo personale andremo anche a dare un supporto concreto all’Amministrazione comunale per quello che riguarda la gestione dell’Ufficio turistico».

In questi giorni è inoltre in fase di conclusione il procedimento amministrativo relativo all’assunzione del personale da destinare alla pulizia e al ripristino della rete sentieristica dell’Isola di Caprera e all’allestimento di quella sull’Isola di Budelli. Cinque falegnami e un operaio generico assunti a chiamata dagli elenchi forniti dai CPI – Centri per l’impiego (ex Uffici di collocamento). In questi giorni gli uffici del Parco sono in attesa delle indicazioni e delle liste fornite proprio dal CPI, una volta avute queste si procederà con la stipula dei contratti con il personale individuato. L’Ente Parco ha già provveduto ad avviare una convenzione con l’Agenzia regionale Forestas al fine di rendere fruibili i sentieri del Parco.

«Dobbiamo sistemare la rete sentieristica – spiega Deri –  avremmo voluto chiudere prima anche con queste assunzioni e procedere alla stipula dei contratti ma purtroppo abbiamo accumulato qualche giorno di ritardo per la mancata comunicazione da parte del CPI delle liste degli idonei. Entro qualche giorno avvieremo inoltre la selezione delle guide e del personale da destinare alle informazioni sulle spiagge. Il Parco vuole fare la sua parte in maniera positiva e siamo sicuri di riuscire a metterci a disposizione in modo concreto per le esigenze della comunità».

Info su La Redazione

Controlla Anche

caccia

Torino. Presidio contro la riapertura della caccia

PRESIDIO CONTRO LA CACCIA LA GIUNTA REGIONALE HA RIAPERTO ANZITEMPO LA CACCIA NEGLI AMBITI PERCORSI …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com