Home / Attualita' / L’europarlamentare Stefano Maullu in visita ad Oristano

L’europarlamentare Stefano Maullu in visita ad Oristano

Stephano MAULLU in the European Parliament week 03 2016 in Strasbourg

Stefano Maullu, alla sua prima legislatura al Parlamento europeo, nel gruppo PPE, vicepresidente della Commissione per la cultura e l’istruzione (CULT) e membro della Delegazione alla commissione di cooperazione parlamentare UE-Russia (D-RU), oltre che membro sostituto della Commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare (ENVI), della Commissione giuridica (JURI) e della Delegazione all’Assemblea parlamentare paritetica ACP-UE (DACP), nei giorni scorsi ha fatto visita ad Oristano.

“Partito dalla periferia di Milano – come spesso sottolinea – e dopo molti anni di attività seria nelle istituzioni locali, dal Comune alla Regione e di importanti esperienze professionali, sono stato eletto al Parlamento Europeo. È stato un viaggio affascinante, non privo di difficoltà e qualche delusione, ma proprio per questo, alla fine, ancora più gratificante. Anche perché nelle tante battaglie vinte non sono mai stato solo, ma accompagnato dal sostegno delle persone che hanno condiviso i miei valori e, in particolare, un’idea di società più equa e giusta.”

A Bruxelles, ha portato la stessa tenacia e voglia di fare ereditata dalla sua famiglia originaria di Asuni, per difendere i diritti della nostra gente e a promuovere i legittimi interessi del nostro territorio.
In occasione della Sartiglia, si è concesso un breve viaggio che è stato sia di svago e sia di lavoro ad Oristano e come lui stesso spiega: “In questi due giorni in Sardegna, in una parte della nostra meravigliosa Italia alla quale sono legato e per la quale è necessario un grande impegno da parte delle Istituzioni. Una terra di eccellenze sotto tutti i punti di vista, produttive e culturali. Dal valore del comparto lattiero-caseario ovino e della produzione che va tutelata e promossa fino a tanti tantissimi gioielli storici e tradizionali, che il museo etnografico di Nuoro offre in mostra, e poi la Sartiglia di Oristano con una lunga storia di ben 552 anni, luoghi e momenti in cui cultura, religione e tradizione si fondono e danno vita ad un patrimonio unico. Una terra e un popolo che amo, una parte di italia che merita di essere sostenuta e valorizzata.”

Nel corso della sua veloce visita in città, il parlamentare europeo ha avuto modo di incontrare anche il sindaco Tendas e i vertici della Fondazione Sartiglia, per discutere sulle concrete possibilità di poter far inserire la giostra oristanese nel patrimonio immateriale culturale dell’umanità e ha convenuto che gli sforzi fatti finora, per arrivare a questo riconoscimento, sicuramente daranno i frutti sperati. Un traguardo sicuramente raggiungibile se ci sarà anche il concreto aiuto di tutti i parlamentari italiani, per convincere l’Unesco a inserire anche la Sartiglia nell’elenco dei beni culturali immateriali dell’umanità.

Mauro Grussu

Info su Redazione OR

Controlla Anche

Dina Pala, premiata per le sue qualità artistiche dall’EPDO

Dina Pala, dopo aver riempito il suo curriculum professionale di innumerevoli esperienze oltre i confini …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com