Home / Attualita' / L’area vasta e il governo del territorio di Oristano di Beppe Meloni

L’area vasta e il governo del territorio di Oristano di Beppe Meloni

 L’area vasta e il governo del territorio di Oristano. Se si fosse programmata qualche settimana prima, l’interessante serata organizzata da OSVIC – Italia Nostra – Centro Servizi Culturali, con la partecipazione di Graziano Bullegas Presidente di Italia Nostra Sardegna, Sandro Roggio architetto e urbanista, Paola Gaidano responsabile programmi di Italia OSVIC e Marcello Marras attivo direttore del Centro Servizi Culturali sul tema, “Governo del territorio e il caso Sardegna”, avrebbe potuto meglio inserirsi nel dibattito per la recente campagna elettorale amministrativa. E, all’interno del discorso generale sul caso Sardegna, delicato e complesso, bene avrebbero potuto svilupparsi le tre proposte avanzate dalla Giunta Tendas per Oristano e l’area vasta che la circonda. Le prime proposte, occorre sottolinearlo nella storia urbanistica della città capoluogo, avanzate a quasi mezzo secolo dall’istituzione della IV provincia sarda, e in grado di collegarsi a progetti seri e ben formulati di turismo storico, culturale e religioso, che vanno inseriti dalla nuova giunta nei programmi di sviluppo della città di Eleonora. Ci riferiamo in primis, come è noto, al grande traguardo di Oristano Est, che con una dotazione consistente, pure in tempi di ristrettezze economiche e finanziarie, di ben diciannove milioni di euro, potrà facilitare la mobilità nel centro città, migliorando sensibilmente la circolazione veicolare e il collegamento con la stazione ferroviaria. Il secondo progetto di importante valenza turistico-culturale riguarda Torre Grande e il Sinis, con una rivisitazione del lungomare e lo sviluppo del progetto dell’IVI Petrolifera, collegati alla creazione del nuovo Museo Archeologico di Cabras e alla grande, antica storia dei Giganti di Monte Prama. Il terzo progetto infine, prevede, dopo gli accordi tra Comune e Curia Arcivescovile, la creazione del nuovo percorso storico-religioso che collegherà direttamente via Cagliari alla piazza del Seminario e al centro città. Consentendo finalmente il pieno utilizzo dei locali del Distretto Militare, antico Convento Francescano. Progetto che si collega alla sistemazione del centro città, con l’impegno Comune-Università-Regione perchè non ci sia alcun arretramento sugli impegni finanziari, organizzativi e didattici, e l’auspicio di istituzione di nuove sedi per lauree specialistiche, per fare finalmente di Oristano una città di studi. Quando si parla di valorizzazione e governo del territorio in casa nostra, il pensiero corre inevitabilmente all’istituzione della Provincia di Oristano. Per fare un esame serio e ragionato di cosa si è fatto e soprattutto di cosa si intende fare per la città capoluogo e l’area vasta che la circonda. Per compiere, nel segno della discontinuità, significativi passi in avanti nel campo economico sociale e culturale. Sfatando, una volta per tutte, quell’abusato luogo comune che ci perseguita da sempre, che racconta Oristano come una città che dorme e se non dorme sonnecchia. Il compito delle associazioni culturali dell’UNLA, dell’OSVIC e di Italia Nostra crediamo sia quello di svegliare dal gran sonno questa città di pensionati, bottegai e colletti bianchi e farla camminare più speditamente sulla strada del rinnovamento sociale e culturale che merita. Con la speranza che l’attività della nuova Giunta non si risolva come spesso è accaduto nel passato, in una spolverata d’asfalto sulle strade cittadine, un po’ di Sartiglia in tutte le salse, e qualche pettegolezzo piccante e di giornata, all’ombra della torre di San Cristoforo.

Beppe Meloni

Info su Redazione OR

Controlla Anche

città

Lo sguardo di “Progetto per Iglesias” rivolto al futuro della città

Lo sguardo di “Progetto per Iglesias” rivolto al futuro della città Idee e prospettive a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com