Home / Attualita' / L’angolo della poesia a cura di Giuseppina Carta

L’angolo della poesia a cura di Giuseppina Carta

Il biancore che tutto copre

La magia del biancore
avvolge la terra
con una veste
di candida grazia.
Avvolge
nasconde nel grembo la luce
la forza di nuovi germogli.
Talvolta gelida leggenda
i cattivi gli eroi le fate danzanti
sotto la coltre rubano attimi
al sonno dei bimbi.
Dalla fredda bruma
un dolce planare
in una terra aliena,
si libra sulle ali
e canta le cose che ha visto,
tra la terra e il cielo
cantore del male e del bene
che l’uomo ha compiuto
vola e plana
sulla candida neve
che lieve avvolge di luce
i sonni bambini.
Giusy Giuseppina Carta

la foto di Maurizio Casula Arca

L'immagine può contenere: albero, uccello, neve, spazio all'aperto e natura

Giuseppina Carta è nata ad Ardauli il 13 Maggio 1959 e abita a Siniscola. L’amore per l’arte l’ha portata a sperimentarne diverse forme: dalla pittura, al teatro, dal canto, alla poesia ispirata dall’alchimia che lega queste diverse forme d’arte e ad impegnarsi in un’associazione culturale. La formazione da autodidatta si è arricchita nei caffè letterari e reading poetici, nel confronto diretto con altri autori e nel costante interesse per la lettura. È gratuito sognare è la sua prima raccolta di poesie dedicate alla sua terra, ai sentimenti e alle profonde riflessioni sulla vita, sul tempo, la gioia e il dolore.

Per Giovanni Andrea Negrotti, “la sua poesia ci fa percepire e gustare qualcosa di ingenua fanciullezza, la verità è velata nelle parole, nei pensieri, nelle immagini dei sogni e nelle sue sinuose geografie. Poesia sfuggente da maglie troppo strette e improprie questa sua prima raccolta orgogliosamente in versi sciolti”.

 Mentre Katia Debora Melis, tiene a sottolineare che le poesie di Giuseppina Carta, “hanno la stessa delicatezza e nitidezza delle sue tele, sono movimento lieve, ma continuo, dell’anima e del corpo che, però, appare quasi rarefatto e tende a scomparire rispetto ai sentimenti e alle profonde riflessioni sulla vita, sul tempo, la gioia e il dolore”.

“Di fronte alla crisi delle relazioni, del dialogo, al rumore che copre e rende incapaci di agire e di provare,  o almeno tentare di dare una spiegazione alla realtà e al misterioso destino  – dice Annamaria Pecoraro – Giuseppina Carta ci guida, dipingendo quadri di versi, dove è facile trovare forza e forma”.

Info su Redazione OR

Controlla Anche

cagliarisegreta

Cagliarisegreta: Castello, Grotte e pozzo della morte

L’associazione Aloe Felice inseme con la pagina @sottocagliari, organizza  domenica 29 ottobre, dalle ore 09 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com