Home / LE PROVINCE / Medio - Campidano / Italia Attiva: Emergenza per caseifici

Italia Attiva: Emergenza per caseifici

Italia Attiva: Emergenza per caseifici

La denuncia di Italia Attiva: Emergenza per lo smaltimento della scotta: a rischio caseifici e aziende del Medio Campidano

Il coordinatore regionale Tore Piana chiede alla Regione tre mesi di deroga alla chiusura dello stabilimento Agri Spera di Guspini: “in pericolo il futuro del comparto”.

Cagliari: È allarme nel Medio Campidano per lo smaltimento della scotta da parte dei caseifici, che rischiano di vedere bloccata l’attività  in seguito alla chiusura dello stabilimento Agri Spera di Guspini da parte dell’assessorato regionale all’Industria.

A lanciare il segnale d’emergenza è Italia Attiva tramite il suo coordinatore regionale Tore Piana, che chiede una deroga di tre mesi (alla chiusura) al fine di consentire ai caseifici lo smaltimento della scotta derivata dalla produzione di formaggi, e garantire così la chiusura della stagione.

La richiesta è stata già inviata da Piana al presidente della Regione, Francesco Pigliaru e agli assessorati regionali a Industria e Agricoltura, e quindi al prefetto di Cagliari.

«Pare che da una settimana l’assessorato regionale all’Industria non abbia rinnovato la concessione – afferma Piana – bloccando i conferimenti per la struttura di Guspini. I caseifici ora sono a rischio di blocco della produzione a causa dell’impossibilità di smaltire la scotta».

A conferire i residui della lavorazione di formaggi e ricotte nella struttura di Guspini, che produce Biogas per la trasformazione di energia elettrica, sono numerosi caseifici del Medio Campidano e di altri territori.

Il materiale di scarto veniva finora ritirato gratuitamente dalla Agri Spera (che ha anche un altro stabilimento a Villaputzu), senza costi aggiuntivi per i caseifici. «In un momento di equilibrio così delicato e di crisi dei costi del latte – spiega l’esponente di Italia Attiva – questa ulteriore emergenza potrebbe dare il colpo mortale sia ai caseifici che alle aziende di allevatori. Chiediamo pertanto che gli organi competenti, l’assessorato all’Agricoltura e a l’Asl diano seguito quanto prima alla nostra istanza».

Info su La Redazione

Controlla Anche

L’angolo della poesia di Giusy Giuseppina Carta: S’é persa ogni ragione

L’angolo della poesia di Giusy Carta  S’é persa ogni ragione Vite intrecciate in un unico …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com