Home / Attualita' / Il Fai da te all’autolavaggio come attività fisica

Il Fai da te all’autolavaggio come attività fisica

Macchine nuove, usate, vecchie, l’importante è che siano pulite. Molti anni fa si lavava l’auto nel cortile di casa, oppure nei pressi di un rubinetto pubblico, tramite un raccordo e un tubo proprietario, con tutto l’inquinamento che ne derivava.

Oggi, moltissimi possessori di auto, specialmente nelle grandi città, abitano in appartamento, ed è questa la fetta di utenti a cui si rivolge il business dell’autolavaggio self service.

Si calcola che in Italia ci siano 40 milioni di auto che vengono lavate in media 5 volte l’anno, quindi si parla di un cospicuo giro d’affari, che interessa le aziende che producono macchinari automatizzati,  sempre all’avanguardia, e dai colori accattivanti, per catturare il potenziale autista.

Spazzola, idropulitrice, aspirapolvere a tempo, diventano un passatempo, un esercizio fisico, che dona parecchie soddisfazioni visto il risultato che si riesce a ottenere con il “fai da te”, che, in questo periodo di ristrettezze economiche, è parecchio apprezzato, in quanto con pochi gettoni si riesce a completare il ciclo di pulizia.

L’autolavaggio è alla portata di chiunque, ma bisogna procedere con ordine per non creare danni alla carrozzeria.

La prima cosa da fare è cambiare nel cambiamonete, anche questo automatico, le banconote o le monete in gettoni; un gettone vale solo per un tipo di lavaggio specifico, es il prelavaggio con acqua calda a pressione. In questo caso bisogna stare molto attenti a non dirigere il getto della lancia, che può arrivare anche a 150 bar, vicinissimo alla carrozzeria. Nella seconda fase, inserendo un’altro gettone, si può scegliere la spazzola insaponata, o il prelavaggio con detergente, questo a bassa pressione, così da rimuovere qualsiasi tipo di sporco. La fase finale consiste nel risciacquo e nell’eventuale stesura della cera sulla carrozzeria per una protezione ottimale.

L’operazione si concluderà in un altro spazio dell’autolavaggio, dove con potenti aspiratori, si potrà pulire l’interno dell’auto.

L’autolavaggio, in genere aperto anche nei weekend , e negli orari notturni, diventa per parecchie persone occupate durante la settimana un punto di ritrovo, dove i bambini possono accedere ai giochi, mentre il genitore procede alla pulizia dell’auto, o scambia 4 chiacchiere con altri frequentatori, magari davanti al distributore di bevande e cibo naturalmente “automatico“.

 

Michele Vacca

Info su Michele Vacca

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti nell’elenco dei Pubblicisti dal 2015

Controlla Anche

Cagliari. Presentate le iniziative solidali per Natale e Capodanno 2017

Presentazione delle iniziative solidali per il Natale e il Capodanno 2017, lunedì 18 dicembre 2017 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com