Home / Attualita' / Farris (CasaPound): no all’ imposizione dell’ ideologia Gender, siano le famiglie a scegliere

Farris (CasaPound): no all’ imposizione dell’ ideologia Gender, siano le famiglie a scegliere

Sassari, 10 gennaio- CasaPound Sassari interviene in merito all’ introduzione dell’ insegnamento dell’ ideologia gender nelle scuole della città di Sassari, con il progetto “GeneriAMO parità” che ha scatenato forti polemiche in queste settimane, tra genitori favorevoli e genitori contrari all’ iniziativa.

casapound gender“L’ introduzione delle lezioni sulla teoria Gender nelle scuole, può essere definito come una nuova forma di colonialismo mentale ed ideologico, la scuola, infatti, è un luogo di Istruzione, educazione e formazione – afferma Andrea Farris, coordinatore regionale di Casapound Italia – ed è lo stesso Comune di Sassari in precedenti dichiarazioni ad affermare che è proprio nel periodo scolastico che bambini e adolescenti cominciano a strutturare in maniera più definita identità e personalità”.

“A noi non può che preoccupare che una istituzione, che dovrebbe rappresentare tutti i cittadini, e non solo i sostenitori della teoria gender, decida di intervenire sui bambini della città per imporne, nella fase dello sviluppo, le proprie teorie superando quindi la fase dell’educazione familiare e del libero sviluppo del bambino – continua Farris – facendo passare il concetto che si è uomini o si è donne sulla base di una formazione culturale e non in base al patrimonio genetico formato nel grembo materno”.

“In aggiunta – prosegue Farris – riteniamo che sia assurdo sfogare sull’educazione dei bambini, le frustrazione di chi da anni cerca, con scarsi risultati, di imporre la creazione di un soggetto neutro, cancellando le peculiarità dell’ uomo e della donna”.

“Ma, se proprio si volessero introdurre queste ‘lezioni’ nelle scuole e negli asili, si chieda almeno il consenso ai genitori come è stato fatto per l’insegnamento della religione e si dia il libero arbitrio alla famiglie, quanto meno nella libertà di educare i propri figli – conclude Farris – mentre quello a cui assistiamo è una prima fase del progetto in cui l’obbiettivo è formare gli insegnanti e gli educatori di genere, al fine di impregnare tutte le scuole dell’ infanzia degli insegnamenti di questa discutibile dottrina”.

Info su La Redazione

Controlla Anche

Provinciale

Sassari. Resoconto dell’incontro del Comitato Provinciale dell’U.P.C

Sassari. Resoconto dell’incontro del Comitato Provinciale dell’U.P.C Il resoconto della riunione del Comitato Provinciale di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com