Home / Attualita' / Nuovo disco di C. Porqueddu dedicato alla musica russa

Nuovo disco di C. Porqueddu dedicato alla musica russa

Continua incessante e ad altissimi livelli l’attività artistica del chitarrista nuorese Cristiano Porqueddu, riconosciuto come uno dei maggiori esperti del repertorio originale per chitarra del XX e del XXI secolo. Lo avevamo lasciato nello scorso mese di Dicembre con la sua ultima fatica discografica dedicata al primo volume della trilogia di pubblicazioni EASY STUDIES FOR GUITAR e ne abbiamo parlato ancora nel primo trimestre di quest’anno a seguito di nuove pubblicazioni in veste di compositore e editor.
Porqueddu torna a far parlare della sua straordinaria attività di sopraffino interprete con una nuova release discografica che ha tutti i numeri per ottenere lo stesso successo che ha contraddistinto tutte le precedenti: si tratta del cofanetto “RUSSIAN GUITAR MUSIC OF THE XX AND XXI CENTURIES” che in quattro CD raccoglie le interpretazioni del musicista sardo di musica di compositori russi e sovietici del XX secolo e contemporanei.
Un progetto già definito “estremamente originale” nel panorama della discografica della musica classica, veramente unico in quello della discografia per chitarra: sono oltre cinquanta i CD che l’artista nuorese ha prodotto con la major discografica internazionale Brilliant Classics dal 2009 e che sono venduti in oltre 40 paesi.

Porqueddu sorprende ancora una volta dopo la titanica impresa di due anni fa (in quattordici volumi registrò l’integrale della musica del compositore italiano contemporaneo Angelo Gilardino) e lancia sul mercato un prodotto innovativo e di alto valore artistico: mai nella storia della discografia è stato proposto un progetto simile e il chitarrista nuorese, mentre glielo si fa notare, sorride e sembra non farci caso: “Non lo sapevo” – afferma – “Quando ho iniziato a lavorare sul repertorio degli autori russi e sovietici contemporanei l’ho fatto perché ho trovato pagine di spessore, scritte magistralmente e quasi del tutto sconosciute.”
Gli rivolgiamo qualche domanda su questa nuova imminente fatica discografica.
Il suo operato in campo discografico è tra i più importanti del panorama contemporaneo e i suoi CD sono riconosciuti come innovativi, artisticamente rischiosi. Eppure hanno un successo universalmente riconosciuto sul mercato e specialmente dalla critica specializzata che ha definito in più di una occasione la sua discografia “titanica”. Non ha mai temuto che un repertorio questo genere potesse risultare di difficile comprensione?
“Chi ha questo genere di dubbi non è un artista.” – afferma Porqueddu – “La musica va amata, non compresa. Il suo messaggio arriva cristallino all’ascoltatore se la pagina è scritta ed interpretata bene. Il resto sono problemi inesistenti che non mi hanno mai sfiorato.”
Un cofanetto di 4 compact disc dedicato a compositori russi e sovietici del Novecento e Contemporanei. Da dove arriva un’idea di questo genere e cosa suggerisce a chi vuole avvicinarsi a questo repertorio?”
Non ho la più pallida idea di quale sia stata la scintilla che ha dato origine a questo progetto. Posso solo dire che tutti i giorni, dai tempi dell’Accademia (Porqueddu ha un diploma di Eccellenza presso la prestigiosa Accademia Superiore di Musica Musica “Lorenzo Perosi” di Biella, ndr), leggo nuova musica per chitarra di autori contemporanei e del Novecento. Molte sono pagine inedite ed alcuni anni fa ricordo bene lo studio sulla musica di Edison Denisov e Elena Poplyanova. Considerato l’eccellente livello di quelle composizioni decisi di approfondire quel determinato settore di repertorio e scoprii tesori semi-sconosciuti. A chi si avvicina a questo repertorio suggerisco di aprire la mente: cercare in una nuova pagina di musica ciò che già si conosce è come partire per un viaggio con della colla sotto le scarpe.”
Tra i numerosi ed importanti impegni artistici Porqueddu a Luglio terrà un concerto presso la prestigiosissima Carnegie Hall di New York con un programma di estremo interesse basato sulla musica di quattro diversi autori: Angelo Gilardino, Juan Manén, Franco Cavallone e Alfredo Franco. Un evento che sicuramente marcherà a fuoco la carriera del musicista nuorese. Il concerto potrà essere ascoltato integralmente in anteprima in Italia alcune settimane prima, nella splendida cornice di Castell’Arquato.
Informazioni e dettagli sono disponibili dal sito internet ufficiale dell’artista cristianoporqueddu.com

Porqueddu

Info su La Redazione

Controlla Anche

mercatino

Oristano. Confermato il mercatino natalizio in piazza Eleonora

Dopo numerose riunioni tenutesi in questi giorni, oggi si è arrivati all’accordo: il mercatino natalizio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com