Home / Attualita' / Centro sclerosi multipla: ancora gravi problemi per carenza di personale medico

Centro sclerosi multipla: ancora gravi problemi per carenza di personale medico

“Destano una preoccupazione crescente le condizioni di abbandono in cui versa il Centro sclerosi multipla dell’ospedale Binaghi di Cagliari. A dispetto delle continue rassicurazioni dell’assessore Arru, sembra andare avanti il processo di ridimensionamento sottotraccia del Centro, una realtà internazionale di eccellenza che è il principale punto di riferimento per i settemila sardi affetti dalla grave malattia neurologica”, dichiara il capogruppo dei Riformatori Sardi – Liberaldemocratici in Consiglio regionale, Attilio Dedoni.

mediciGiova ricordare che Arru, al termine del dibattito consiliare del 2 febbraio scorso, in cui si è discussa una mia mozione al riguardo, ha fornito ampie rassicurazioni sul fatto che il Centro non sarebbe stato smantellato, così come prevede invece il Piano per la riorganizzazione della rete ospedaliera, e che anzi avrebbe avuto la guida della rete regionale per la cura della sclerosi multipla, in fase di progettazione”, sottolinea Dedoni. “Nonostante tali rassicurazioni, permangono tutti i disservizi denunciati dai malati negli ultimi mesi. Su tutti, la drastica riduzione del personale: tre neurologhe sono andate in pensione e, per sostituirle, non si è trovato niente di meglio che siglare una convenzione con l’Azienda ospedaliera-universitaria per il ‘prestito’ di alcuni ricercatori, i quali vengono retribuiti con appena 2 euro per ciascuna visita e non possono fornire un livello di assistenza sufficiente ad assicurare la piena operatività del Centro, che di fatto ha già smesso di operare come reparto ospedaliero di degenza per diventare la struttura ambulatoriale prevista nella riorganizzazione. A ciò si aggiunge che si continua ad impedire in ogni modo il rientro in servizio a titolo volontario della professoressa Maria Giovanna Marrosu (che curiosamente, sul sito Internet dell’Area socio-sanitaria di Cagliari dell’Ats, è ancora indicata come responsabile benché attualmente in pensione), fondatrice e guida storica del Centro. Il suo reimpiego, consentito dalle leggi vigenti, permetterebbe almeno in parte di ovviare alle carenze di personale e di mantenere una continuità nella gestione della struttura fino alla realizzazione della rete di cui parla l’Assessore”.

La rete per la cura della sclerosi multipla, al momento, è una realtà di là da venire: Arru ne parla in continuazione ma ancora non è stato assunto alcun atto”, conclude il capogruppo. “Fino ad allora, il Binaghi continuerà ad essere l’unica risposta per i bisogni assistenziali dei quattromila pazienti in carico e per questo il Centro deve essere messo nuovamente in condizioni di piena operatività. L’Assessore dimostri che gli impegni sbandierati in Consiglio erano veritieri e non finalizzati soltanto ad ottenere il ritiro di una mozione che, se fosse stata messa ai voti, avrebbe potuto creare più di un imbarazzo alla maggioranza”.

Info su La Redazione

Controlla Anche

alcoa

Vertenza Alcoa. Cucca e consiglieri PD: Intervento regione decisivo

Vertenza Alcoa. Cucca e consiglieri PD: intervento regione decisivo. Ridata speranza ai lavoratori. Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com