Home / LE PROVINCE / Sassari / Capitaneria di Porto La Maddalena: la visita del Ministro dell’Ambiente Galletti.

Capitaneria di Porto La Maddalena: la visita del Ministro dell’Ambiente Galletti.

Capitaneria di Porto La Maddalena: la visita del Ministro dell’Ambiente Galletti.

Il Ministro dell’Ambiente Dott. Gianluca Galletti in visita nell’arcipelago de La Maddalena, ha visitato oggi la Capitaneria di Porto

Nella giornata odierna, il Sig. Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Dott. Gianluca Galletti, ha colto l’occasione per incontrare gli uomini e le donne della Guardia Costiera di La Maddalena che giornalmente sono impiegati nelle varie attività istituzionali per la tutela dell’ambiente marino e costiero.

La visita ha interessato principalmente il Centro VTS di Guardia Vecchia dove viene assicurato il monitoraggio del traffico marittimo in transito nello Stretto Internazionale delle Bocche di Bonifacio.

Il centro operativo dal 2003 svolge un costante controllo 24 ore su 24 sul naviglio mercantile che transita nelle acque delle Bocche di Bonifacio con lo scopo di prevenire il verificarsi di sinistri marittimi ed i conseguenti inquinamenti marini.

Grazie all’evoluzione tecnologica gli uomini della Sala Operativa di Guardia Vecchia hanno a disposizione sistemi di monitoraggio per assistere le unità nello Stretto, fornendo tutte le informazioni necessarie per una sicura navigazione giornaliera e notturna, la possibilità di organizzare il traffico marittimo ed eventualmente prestare assistenza diretta alle navi in caso di avarie.

Le acque che separano la Sardegna dalla Corsica sono conosciute come un tratto di mare particolarmente pericoloso per la navigazione e comprendono il Parco nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena, l’Area Marina Protetta di prossima istituzione di Capo Testa e sono state di recente individuate quale Area Marina Particolarmente Sensibile con risoluzione dell’Organismo delle Nazioni Unite – IMO (International Maritime Organization).

Tra gli strumenti per prevenire gli incidenti in questa zona di mare, è stato istituito un sistema di rotte raccomandate e un servizio di Pilotaggio facoltativo disciplinato dalla Capitaneria di Porto di La Maddalena nel 2014.

Nell’ambito della prevenzione, con un patto bilaterale tra Italia e Francia, è stato vietato in maniera assoluta il transito di navi italiane e francesi che trasportano sostanze pericolose e nocive per l’ambiente marino e costiero. Ad oggi, per le navi di altre nazionalità non è stato ancora possibile vietarne il transito, ma le stesse vengono fortemente scoraggiate a navigare in queste acque con carichi di merci pericolose.

L’attività di tutela dell’ambiente marino è garantito anche con quotidiani pattugliamenti delle motovedette della Guardia Costiera e con controlli sistematici del litorale per mezzo del personale del NODM – Nucleo Operativo Difesa Mare.

A ciò si aggiungono le verifiche a bordo dei mototraghetti e delle navi operanti nel Compartimento Marittimo di La Maddalena con controlli documentali ed analisi dei carburanti presso laboratori specializzati per verificare i valori del tenore di zolfo presente nei combustibili per uso marittimo.

Il Ministro ha voluto ringraziare il personale della Guardia Costiera con il seguente messaggio:

”Con riconoscenza per l’importante lavoro che svolgete con professionalità nell’interesse e nella tutela del nostro meraviglioso mare. Orgoglioso di voi.”

Info su La Redazione

Controlla Anche

cimiteri

Porto Torres. Orari apertura cimiteri per Ognissanti

Porto Torres. Orari apertura cimiteri per Ognissanti La nota con le variazioni degli orari dei …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com