Home / Attualita' / Cagliari. Festeggiamenti per i rapporti fra Sardegna e Bielorussia

Cagliari. Festeggiamenti per i rapporti fra Sardegna e Bielorussia

Sabato 17/06/2017 a Cagliari incontro pubblico alla presenza dell’Arcivescovo Miglio per celebrare e festeggiare i 25 anni dei rapporti fra Sardegna e BielorussiaSabato 17/06/2017 alle ore 10:30 nella sala conferenze del Seminario Arcivescovile di Cagliari in programma l’incontro pubblico dedicato ai 25 Anni dei rapporti fra Sardegna e Bielorussia promosso dalla Regione in collaborazione con il Consolato onorario della Repubblica Belarus in Sardegna.

1995-2017: XXV Anni dell’Instaurazione dei rapporti diplomatici fra Italia e Bielorussia che coincidono, anche, con ben 25 Anni di accoglienza dei bambini bielorussi nell’ambito dei progetti Chernobyl che ha visto protagoniste decine di migliaia di famiglie sarde, per celebrare questi due importanti anniversari il 2017 è stato dichiarato “Anno della Cultura Bielorussa in Sardegna” da una serie di organizzazioni con il Patrocinio della Presidenza della Regione Autonoma della Sardegna, del Presidente del Consiglio Regionale e il supporto della Fondazione di Sardegna

La Sardegna in tutti questi anni ha saputo costruire un vero e proprio rapporto di cooperazione, oggi considerato un esempio, anche per le altre realtà regionali italiane. Ne parleremo insieme, attraverso le testimonianze e il contributo di alcuni dei protagonisti, che rappresentano idealmente le migliaia di sardi e di bielorussi che hanno scritto, ciascuno per la propria parte, alcune delle pagine di questa bella storia di amicizia, solidarietà e cooperazione.

Ad accogliere i partecipanti il padrone di casa l’Arcivescovo di Cagliari S.E. Monsignor Arrigo Miglio, tanti i rappresentanti delle istituzioni che porteranno i loro saluti: Filippo Spanu assessore regionale degli Affari Generali, Eugenio Lai vice presidente del Consiglio regionale, Micaela Morelli Prorettore delegato per la ricerca Università di Cagliari, Angelo Cau, consigliere d’amministrazione della Fondazione di Sardegna. Modererà i lavori Marco Sechi, che nella presidenza della Giunta regionale si occupa dei temi che riguardano la cooperazione internazionale, conclusioni a cura di Giuseppe Carboni Console onorario della Repubblica Belarus a Cagliari.

Il cuore dell’incontro sarà rappresentato dalle storie di chi, questo rapporto speciale, lungo ben 25 anni, lo ha costruito personalmente e ne è stato direttamente coinvolto, tanti i testimonial: Gianni Caggiari uno dei decani del volontariato sardo a favore dell’infanzia bielorussa nell’ambito dei progetti Chernobyl, alcune famiglie sarde accoglienti che racconteranno la loro esperienza di solidarietà, le storie della nuova generazione “bielosarda” ossia ragazzi adottati da famiglie sarde, figli di coppie miste, figli di coppie bielorusse che vivono e lavorano in Sardegna, giovani bielorussi che studiano nelle università sarde, ed i racconti di alcuni di coloro che negli anni scorsi hanno contribuito a costruire nelle istituzioni un rapporto di cooperazione speciale che è stato poi raccolto ed ampliato da chi è venuto dopo di loro, fra i tanti ma non i soli, Massimo Dadea ex assessore regionale, Roberto Pili ex presidente del consiglio provinciale di Cagliari, Giorgio Pellegrini ex assessore comunale a Cagliari.

Ed infine un regalo molto speciale per l’Arcivescovo di Cagliari, da parte di alcuni giovani bielorussi che impersonano questi speciali rapporti sardo bielorussi, come segno di forte ringraziamento a tutta la chiesa sarda per il suo impegno a favore della fratellanza e della solidarietà: Stefania, 8 anni, i cui genitori lavorano da 4 anni in Sardegna, canterà una bella canzone bielorussa, Andrei, adottato anni fa da una famiglia sarda, suonerà al pianoforte “No potho reposare” in omaggio anche alla sua seconda patria, Olga, studentessa universitaria a Cagliari, ma un passato di bambina del progetto Chernobyl reciterà una poesia, ed il complesso artistico giovanile bielorusso Rovesnik, che con grande successo si è esibito di fronte ad un pubblico di oltre 600 persone al Teatro Massimo di Cagliari giovedì scorso, preparerà una sorpresa per l’Arcivescovo Miglio. Infine la Chiesa Ortodossa Bielorussa ha inviato per l’Arcivescovo la riproduzione dell’Icona di Santa Santa Sofia di Slutsk patrona della Bielorussia.
bielorussa

Info su La Redazione

Controlla Anche

associazioni

Protezione civile. Le associazioni animaliste richiedono: “un servizio anche per gli animali”

Le associazioni animaliste (quali Animalisti Italiani, Enpa, Lav, LNDC, Leidaa e Oipa) in una tavola …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com