Home / LE PROVINCE / Cagliari / Cagliari. Banca d’Italia: lieve ripresa economica dell’Isola.  

Cagliari. Banca d’Italia: lieve ripresa economica dell’Isola.  

 

Si è svolta oggi la Conferenza che presenta il Rapporto 2017 sull’economia della Sardegna.   

L’attività economica dell’isola ha avuto un moderato progresso con tassi modesti nel 2016, una crescita che fa fronte al consolidamento dei consumi delle famiglie e dei servizi ma che viene nettamente indebolita dalle esportazioni, in maggioranza petrolifere, e dalle industrie e dal settore delle costruzioni.

Secondo le stime di Prometeia il prodotto interno lordo è aumentato dello 0,4 per cento in ragione d’anno; il valore rimane inferiore di quasi 11 punti percentuali rispetto a quello del 2007 ( 7 punti percentuali in meno il dato nazionale).

Si fa fatica ad evadere totalmente dalla crisi nera che ha colpito l’Isola nel 2009 e nel 2013, un periodo buio da ricordare tutt’oggi, ancora troppo vive le sue impronte. Negli ultimi anni la regione ha avuto difficoltà a rialzarsi, la ripresa è debole e impalpabile, soprattutto nell’entroterra della Sardegna, sicuramente più sofferte rispetto ai Poli avanzati e vantaggiati delle coste.

Si è ridotto l’impulso proveniente dalla domanda estera rispetto all’anno precedente, mentre il comparto dei servizi rimane quello più dinamico e compensa il rallentamento degli altri settori. L’attività turistica si è intensificata confermando l’andamento positivo del precedente triennio. I dati testimoniano un aumento delle presenze e degli arrivi nelle strutture ricettive sarde e della domanda turistica nazionale e in misura maggiore di quella internazionale.

I prestiti concessi al mondo produttivo hanno progressivamente rallentato fino a stabilizzarsi alla fine del 2016, in aumento il credito destinato alle imprese. Per quanto riguarda il mercato immobiliare ha ricevuto una notevole scossa e ripresa grazie ai mutui che non sono mai stati così bassi se non negli ultimi due anni.

Il tasso di disoccupazione è risultato costante , un campo in cui giovani si confermano le pedine più fragili, trovando sfogo nell’emigrazione e abbandonando la propria terra. In relazione a questo problema vi è una richiesta inferiore da parte del mondo del lavoro della manodopera qualificata e professionale.

Le prospettive sono positive ma in maniera molto moderata, l’obiettivo è quello di fare un ottimo uso del denaro pubblico attraverso investimenti intelligenti e vincere i vincoli che legano il sistema Sardegna e la Pubblica Amministrazione.

Info su Federica Portoghese

Controlla Anche

festival

Segni e colori dalla Grecia domani a Cagliari al festival Nues

Segni e colori dalla Grecia domani a Cagliari al festival Nues. Alle 18 all’Hostel Marina …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com