Home / LE PROVINCE / Cagliari / Assemini. “Solo exhibition” – percorso pittorico dal Mondo – mostra personale del Maestro Ivan Pili.

Assemini. “Solo exhibition” – percorso pittorico dal Mondo – mostra personale del Maestro Ivan Pili.

Da Assemini e ritorno, passando per l’intero globo. Il Maestro (musicista a livello internazionale) Ivan Pili approda per la prima volta in Sardegna come artista figurativo. Ivan PiliOrganizzato dall’Assessorato alla Cultura, la mostra di pittura dell’artista asseminese, dal titolo “Solo Exhibition”, si terrà da sabato 22 luglio a lunedì 7 agosto, nel Palazzo Comunale. Per l’occasione, sabato in Aula Consiliare dalle 18.00, si svolgerà la conferenza stampa e l’inaugurazione dell’evento.

L’Assessora alla Cultura e Vicesindaca Jessica Mostallino esprime soddisfazione per il ritorno a casa dell’artista asseminese: “abbiamo deciso – ha detto – di allestire la mostra all’interno del Palazzo Comunale per dar una luce diversa ad una struttura solitamente destinata agli uffici. Il nostro obiettivo è rendere più fruibili e più a misura di cittadino gli spazi pubblici”.

Profondo conoscitore della storia dei popoli, Ivan Pili si è dedicato da pochi anni alla pittura ricevendo in brevissimo tempo consensi in tutto il mondo. Bruciando letteralmente le tappe, ha esposto in personali e collettive in Italia e all’estero conseguendo vari riconoscimenti e premi. I suoi lavori fanno parte di alcune importanti collezioni Statunitensi, inglesi e negli Emirati Arabi.

Da ricordare, in particolare, le mostre alla Reggia di Caserta ed al Castello di Chantilly.

Studioso raffinato la cui pittura colta è densa di significati simbolici, si impone in tutta la sua potente e carismatica essenza. Con profondità d’indagine ed attenta adesione storica, Pili cala le sue sobrie composizioni in atmosfere dal taglio quasi surreale per certi accostamenti inattesi eppure studiati nel particolare, con l’intento di svelare ciò che si cela dietro ed oltre l’apparenza delle cose. Da scene il cui richiamo quotidiano e, talvolta mitologico diviene spunto, quasi pretesto per una riflessione su tematiche di attualità, alla rappresentazione di episodi oltre l’essenziale come lo straordinario ciclo delle Muse, lavoro ripreso in più tempi in virtù di uno studio di tecniche elaborate mediante fasi di sottrazione e successiva aggiunta di materia cromatica, fino ad ottenere un effetto iperrealistico vicino alla tridimensionalità.

Info su La Redazione

Controlla Anche

Dina Pala, un’arte senza tempo e senza confini DI BEPPE MELONI

Dina Pala, un’arte senza tempo e senza confini. In quegli indimenticabili anni Sessanta del secondo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com