Prosegue a Sant’Antioco Intrecci Mediterranei, programma del 5 dicembre

Prosegue a Sant'Antioco

Prosegue a Sant’Antioco Intrecci Mediterranei, programma del 5 dicembre

Prosegue domani, 5 dicembre, a Sant’Antioco la diciottesima edizione del festival del cortometraggio Passaggi d’Autore – Intrecci mediterranei.

E lo fa nel segno della cinematografia sarda e con un’altra finestra aperta su quella dei Paesi del Mediterraneo. Nell’aula consiliare del Comune, che ospita tutte le proiezioni e gli incontri del festival, è il giorno di Intrinas, la sezione di Passaggi d’Autore che fa il punto sulla produzione di cortometraggi di autori sardi; in visione sei film selezionati con la collaborazione della Fondazione Sardegna Film Commission: “Senza te”, di Sergio Falchi (2022, 18′), Fradi miu”, di Simone Contu (2022, 21′), Dalia”, di Joe Juanne Piras, (2022, 17′), Pensaci”, di Peter Marcias (2022, 9′), Santamaria”, di Andrea Deidda (2021, 13′), e Mammarranca”, di Francesco Piras (2022, 15′), vincitore quest’anno della nona edizione del concorso Visioni Sarde. Due gli appuntamenti: la mattina alle 10 per gli studenti delle scuole superiori, che assegneranno il Premio Giuria Giovani al miglior cortometraggio della sezione Intrinas, e in serata, alle 21.30, per tutto il pubblico con la partecipazione dei registi Sergio Falchi,Simone Contu, Andrea Deidda e Joe Juanne Piras.

La mattina, alle 11, ritorna Passeggiando con gli autori, il consueto appuntamento in streaming sulla pagina facebook di Passaggi d’Autore con Marta Bulgherini: la conduttrice del festival dialogherà stavolta con la regista kossovara Flaka Kokolli, autrice del cortometraggio d’animazione “Sphija”, in visione nel pomeriggio per la sezione Intrecci Mediterranei, e con Amos Holzman, il regista israeliano di “Hafra’at Hitmotetut Hamoshava” (“Colony collapse disaster”), che si potrà vedere invece mercoledì.

advertisement

Oltre al corto di Flaka Kokolli che apre le proiezioni alle 17.30, sono in programma altri sette cortometraggi: “Swimming Lesson”, di Vardit Goldner (Israele, 2021, 5′), “Bahçeler Put Kesildi”, di Ali Cabbar (Turchia, 2022, 20′), “Tria – del sentimento del tradire”, di Giulia Grandinetti (Italia, 2022, 17″), “Sur la tombe de mon père”, di Jawahine Zentar (Marocco/Francia, 2022, 24′), “Ice Merchants”, di João Gonzalez (Portogallo, 2021, 14′), “Memoir of a Veering Storm”, di Sofia Georgovassili (Grecia, 2022, 14′), e “Tótem loba”, di Verónica Echegui (Spagna, 2021, 23′). Presenti in sala i registi Ali Cabbar e Giulia Grandinetti mentre sarà in collegamento video Jawahine Zentar.

In parallelo alle proiezioni, prosegue il laboratorio di critica cinematografica curato e diretto dal regista, sceneggiatore, critico cinematografico e formatore di linguaggio audiovisivo Francesco Crispino: al lavoro un gruppo di studenti universitari, selezionati per seguire e recensire i cortometraggi del festival e per assegnare, accanto all’analogo premio assegnato dagli studenti delle scuole superiori al miglior corto della sezione Intrinas, il Premio Giuria Giovani al miglior film della sezione Intrecci Mediterranei .

La diciottesima edizione di Passaggi d’Autore – Intrecci mediterranei è organizzata dal Circolo del Cinema “Immagini” con il contributo del Ministero della Cultura – Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, del Comune di Sant’Antioco, della Fondazione Sardegna Film Commission, della Fondazione di Sardegna con il patrocinio della Presidenza della Regione Autonoma della Sardegna, del Touring Club Italiano; media partner Unica Radio, Fred Film Radio, Film Tv, OrangeFactory; partner Sarajevo Film Festival, Festival du court métrage de Clermont-Ferrand, Alice nella Città, Visioni da Ichnussa, Cineteca Bologna, CoopMed, F.I.C.C. – Federazione Italiana Circoli del Cinema, con la collaborazione di Calabrò, Assistech, Boost e TuttoSantAntioco.