Ancora una vittima sul lavoro: le dichiarazioni dell’Ugl

Ancora una vittima sul lavoro. Spera (Ugl):”Auspichiamo che il Governo intervenga”. 

Ancora una vittima sul lavoro. Spera (Ugl):”Auspichiamo che il Governo intervenga”. 

“Ancora una volta un  tragico incidente sul lavoro:

in Fin­can­tie­ri Pa­ler­mo un’ennesima stra­ge inaccettabile, un dipendente di una dit­ta pri­va­ta del­l’in­dot­to operante nel sito è deceduto effettuando la propria mansione.

advertisement

La Segreteria Nazionale dell’Ugl Metalmeccanici esprime il cordoglio alla famiglia della vittima rimasta coinvolta nel gravissimo infortunio mortale sul lavoro che, si doveva e poteva evitare.

In tal senso l’Ugl, auspica che il Governo intervenga con riforme urgenti come il coordinamento delle banche dati al fine di intensificare i controlli nei luoghi di lavoro: è prioritario favorire gli investimenti destinati alla formazione sulla sicurezza”.

E’ quanto ribadisce Antonio Spera, Segretario Nazionale dell’Ugl Metalmeccanici in merito a tale infortunio a Palermo il quale afferma che: “sia­mo scon­vol­ti per quanto accaduto in Fincantieri.

Come Ugl siamo forti e sensibili a una campagna di prevenzione contro tali fenomeni di infortuni sul lavoro che investono, col dolore, intere famiglie.

Ci unia­mo al cor­do­glio per que­sta ennesima vit­ti­ma espri­men­do le più sen­ti­te condoglianze ai famigliari.

Siamo rammaricati per questa strage continua ma forti, instancabili sostenitori – conclude Spera –, su ‘Lavorare per vivere’, dove da anni come O.S. Ugl intendiamo sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni sul tragico fenomeno delle cosiddette ‘morti bianche’, ritenendo non più accettabile morire oggi sul posto di lavoro”.

 

Roma, 08 dicembre 2022.