Si chiude a Selargius la campagna di sensibilizzazione sulla disprassia

Si chiude a Selargius la campagna di sensibilizzazione sulla disprassia

Si chiude a Cagliari-Selargius la campagna di sensibilizzazione sulla disprassia patrocinata dalla Regione Sardegna

Si chiude a Selargius la campagna di sensibilizzazione sulla disprassia

Ciclo di convegni

La disprassia oculare e di sguardo

advertisement

sabato 26 novembre, Cagliari – Selargius, ore 8.30

Sala Ares, via Piero della Francesca 1, Selargius

Con l’appuntamento a Cagliari – Selargius si chiude la campagna di sensibilizzazione sulla disprassia patrocinata dalla Regione Sardegna

 

La disprassia oculare

La disprassia oculare e di sguardo è la difficoltà nel programmare e organizzare i movimenti volontari e sinergici dei due occhi con l’impossibilità a dirigere l’attenzione visiva sugli stimoli di interesse.

E’ un disturbo dell’età evolutiva e ha ricadute sul movimento, la coordinazione e l’attenzione con ripercussioni negative sulla produttività scolastico.

Per conoscere meglio la disprassia e capire come affrontarla, l’associazione “Per Piccoli Passi” Sardegna ha avviato una campagna di sensibilizzazione, patrocinata dalla Regione Autonoma della Sardegna, con la diffusione di materiale informativo e un ciclo di convegni:

“La disprassia oculare e di sguardo, nuove frontiere e metodologie innovative per valutazione, trattamento e potenziamento percettivo, cognitivo e motorio”.

La campagna ha preso il via a ottobre da Tempio Pausania, Macomer, Nuoro e Arzachena con un primo ciclo di incontri, e dopo gli appuntamenti nel Sud Sardegna si chiuderà a Cagliari-Selargius con il convegno finale patrocinato dal Comune di Cagliari.

 

Appuntamento a Selargius

Appuntamento a Selargius, nella sala regionale Ares Sardegna in via Piero della Francesca 1 sabato 26 novembre alle 8.30:

dopo i saluti di Mario Nieddu, assessore regionale alla Sanità, e Viviana Lantini, assessora comunale  alle politiche sociali a Cagliari, Annalisa Sanna, medico chirurgo, ed Elena Spigno, presidente di “Per Piccoli Passi” Sardegna, racconteranno il percorso dell’associazione e le conoscenze attorno alla disprassia;

di seguito Monja Tait, psicologa e psicoterapeuta, parlerà di “Disturbi dell’età evolutiva e disprassia”, mentre Simone Gori, professore associato di psicologia generale, affronterà il tema “Le neuroscienze della visione”.

Dopo la pausa pranzo, i lavori riprenderanno alle 14 con l’ottico optometrista Andrea Cagno che parlerà di “Disturbi dell’età evolutiva, visione e apprendimento motorio, metodologie innovative per valutazione e trattamento”;

e ancora Elena Spigno in “Disprassia e potenziamento multi-sistemico per i disturbi dell’età evolutiva”.

In chiusura la tavola rotonda finale.

La partecipazione agli incontri è gratuita ma si consiglia la prenotazione sul sito www.perpiccolipassi.it

 

La campagna sulla disprassia oculare

La campagna sulla disprassia oculare e di sguardo è curata dall’associazione “Per Piccoli Passi” Sardegna, nata nel 2015 con sede a Santa Teresa Gallura, per offrire un sostegno a genitori e famiglie sui disturbi nell’età evolutiva.

L’associazione si è specializzata nella valutazione, trattamento, potenziamento e integrazione multisensoriale e multisistemica della disprassia oculare e di sguardo, un disturbo che può compromettere la comprensione delle informazioni, specialmente spaziali, rendendo complicata la percezione di linee, lettere, numeri, forme e traiettorie di oggetti.