Rete Sinis: “Annullato il concerto con Bandabardò & Cisco al Parco dei Suoni di Riola Sardo”

Rete Sinis
Fonte foto: www.facebook.com/ReteSinis

Di seguito il comunicato stampa diramato da Rete Sinis, associazione nata nel 2016 dall’unione delle forze e di intenti dei maggiori festival della Sardegna: Jazz in Sardegna, Dromos, Abbabula e Sardegna Concerti

L’Associazione Rete Sinis è spiacente di comunicare che, contrariamente a quanto precedentemente annunciato e in accordo con il management dell’artista, è costretta ad annullare anche l’ultimo concerto con Bandabardò & Cisco, programmato al Parco dei Suoni di Riola Sardo per il prossimo 1° ottobre 2022.

I possessori dei biglietti già acquistati potranno richiedere il rimborso integrale (compresi i diritti di prevendita) presso il punto in cui sono stati venduti, o richiedere di permutarli per la data di Bandabardò & Cisco all’Arena Nazzari di Cagliari il 29 Settembre prossimo

Le informazioni su permute e rimborsi possono essere richieste inviando una email all’indirizzo marketing@retesinis.it

advertisement

I motivi della decisione, analogamente a quelli che soltanto pochi giorni fa hanno comportato la cancellazione di tutti gli eventi in cartellone ad agosto e settembre 2022, derivano dall’impossibilità materiale di garantire gli allestimenti tecnici, i servizi di accoglienza e i servizi di sicurezza adeguati alla portata dell’evento. Una situazione incresciosa, causata dall’imprevisto e simultaneo venir meno di tutti i contributi pubblici che, dal 2017 al 2021, avevano garantito lo svolgimento regolare delle attività al Parco dei Suoni di Riola Sardo.

 Tra i più importanti contributi pubblici venuti a mancare, ricordiamo:

  • quello del Ministero della Cultura, che soltanto a fine agosto ha comunicato la mancata riconferma del contributo di 60 mila euro ottenuto nel 2021;
  • quello dell’Assessorato al Turismo della Regione, il cui Bando 2022 per le Manifestazioni di Interesse Turistico esclude di fatto tutte quelle che si svolgono nella stagione estiva;
  • quello dell’Assessorato allo Spettacolo della Regione Sardegna, che persiste nel diniego opposto dall’Associazione Rete Sinis per accedere ai finanziamenti destinati agli organismi professionali di spettacolo.