Poltu Quatu prolunga la sua stagione

Poltu Quatu prolunga la sua stagione - Una stagione senza eguali per una destinazione unica nel suo genere: il borgo di Poltu Quatu in Sardegna prolunga l’apertura fino al 16 ottobre, prevedendo anche un’apertura esclusiva a novembre, grazie alle sinergie messe in campo per il 2022.

Poltu Quatu prolunga la sua stagione

Poltu Quatu prolunga la sua stagione

Poltu Quatu prolunga la sua stagione – Una stagione senza eguali per una destinazione unica nel suo genere: il borgo di Poltu Quatu in Sardegna prolunga l’apertura fino al 16 ottobre, prevedendo anche un’apertura esclusiva a novembre, grazie alle sinergie messe in campo per il 2022.

Poltu Quatu prolunga la sua stagione – “Continuiamo a ricevere richieste, soprattutto dal nord Europa in questo periodo, con il tutto esaurito in alcuni giorni o comunque una occupazione che raggiunge l’80% anche in autunno” – dichiara Rafael Torres, CEO di Girama Hospitality che gestisce Poltu Quatu.

“La strategia messa in campo nel corso di questa lunga stagione ci permette di proseguire con successo nell’attività con risultati senza precedenti e con il coinvolgimento di un pubblico internazionale, che sempre più scopre questo paradiso nascosto del Mediterraneo, dove tutto è a portata di mano.

Sin dallo scorso anno ci siamo attivati – prosegue Torres – per far vivere e conoscere questa destinazione con progetti a 360°, guardando oltre le classiche dinamiche turistiche e progettando anche iniziative di tipo diverso.”

advertisement

È così che nel corso della stagione 2022, americani e sudamericani, francesi, inglesi, tedeschi e scandinavi, insieme agli italiani, hanno scelto Poltu Quatu per una vacanza o per un evento speciale, dalle presentazioni ai viaggi aziendali fino ai matrimoni, grazie all’organizzazione e ai servizi messi in campo dal Grand Hotel Poltu Quatu, fulcro dell’omonimo borgo, così chiamato “porto nascosto” dal gallurese.

Poltu Quatu si trova esattamente dove nasce la Costa Smeralda, sulla costa nord della Sardegna, tra Baja Sardinia e Porto Cervo, proprio di fronte all’Arcipelago di La Maddalena, tra le tipiche rocce scolpite dal vento, contornato dalla macchia mediterranea e dalle acque cristalline: si snoda lungo un’insenatura naturale, un borgo che richiama lo stile marinaro con la classica piazzetta circolare, sulla quale convergono vicoli e viuzze e dove le tipiche case arroccate fanno da cornice, rendendo la destinazione tra le più affascinanti dell’isola.

Il Grand Hotel Poltu Quatu offre 143 camere e suite tra le quali spiccano le iconiche Royal e Presidential Suite, ristoranti e bar, piscina privata e spiaggia dedicata raggiungibile con la navetta, centro congressi e centro benessere, Heaven Fitness Club, punto di riferimento in tutta la zona per allenarsi con vista mare, campi da tennis e Padel Club.

A completare i servizi di Poltu Quatu: The Reserve Poltu Quatu, 66 appartamenti per chi cerca una propria dimora; Marina dell’Orso, approdo sicuro per più di 300 imbarcazioni dagli 8 ai 50 metri; ristoranti e bar come il Tanit Fine Restaurant e la Terrace du Port, imperdibili tappe con terrazze sul mare per una cena gourmet o un aperitivo al tramonto; oltre a tante proposte di shopping e intrattenimento lungo la promenade, tutto raggiungibile in pochi passi, all’interno del borgo (www.poltuquatu.com)

Articolo precedenteWorkshop di ritratto con Andrea Spiga presso, Dyaphrama, dal 14 al 16 ottobre 2022
Articolo successivoTrento, 38 misure cautelari per traffico di droga
Michael Bonannini (La Maddalena, 8 Agosto 2000), è un regista, sceneggiatore, poeta e giornalista. Si è diplomato nel 2022 presso l'Accademia d'arte di Cagliari. Nell'estate del 2018 ha frequentato il workshop "Plus Movie And Communication Course", presso la CSUN di Los Angeles, dove ha studiato storia del cinema e copywriting. Tra il 2019 e il 2020 ha frequentato la "Scuola di Altaformazione per Sceneggiatori Cinetelevisivi", (Associazione Script&Film), dove ha appreso le tecniche dello story-telling e della sceneggiatura cinetelevisiva. Il suo primo lavoro è del 2019, quando ha prodotto, scritto, diretto e interpretato il suo primo cortometraggio: "Arrivederci Casa", disponibile su YouTube. Durante l'estate 2020 ha prodotto, scritto e diretto il suo secondo cortometraggio: "Il Ragazzo Che Collezionava L'Uomo Ragno", anch'esso disponibile su YouTube. Il corto è stato proiettato fuori concorso al Premio Solinas 2020. Nell'Ottobre del 2020 si è trasferito a Cagliari per frequentare l' "Accademia D'Arte di Cagliari", nella triennale di Scrittura Creativa e Editoria, dove si è formato come scrittore, editor, correttore di bozze, blogger, poeta e giornalista. E' iscritto regolarmente alla Creative Writers Italia, nel quale è socio Senior, con riconoscimento MISE. Il suo primo libro, "Spento: Parole di un cuore spezzato" è in tutte le Librerie e Store Online. Nell'Ottobre 2022 esce il suo terzo cortometraggio: "The Overseers". A Febbraio 2023 uscirà il suo prossimo libro: "Il multiverso negli occhi".