Nuovo presidente provinciale Confagricoltura

Nuovo presidente provinciale Confagricoltura - Sassari, 9 settembre 2022 – Stefano Taras (46 anni), agronomo e allevatore di Sassari, è stato eletto oggi nuovo presidente provinciale di Confagricoltura Sassari e Olbia-Tempio.

Nuovo presidente provinciale Confagricoltura

Nuovo presidente provinciale Confagricoltura

Nuovo presidente provinciale Confagricoltura – Sassari, 9 settembre 2022 – Stefano Taras (46 anni), agronomo e allevatore di Sassari, è stato eletto oggi nuovo presidente provinciale di Confagricoltura Sassari e Olbia-Tempio.

Nuovo presidente provinciale Confagricoltura – Il neopresidente, con origini ozieresi dove si trova l’azienda di famiglia dedicata all’allevamento di bovini da carne di razza Charolais, succede a Matteo Luridiana che ha guidato l’organizzazione agricola dal dicembre 2013.

Taras vanta una lunga esperienza all’interno di Confagricoltura di cui è stato vicepresidente provinciale dal 2013 e presidente regionale dei giovani tra il 2013 e il 2016.

La passione per l’attività sindacale arriva certamente da una tradizione coltivata in casa, dove i suoi familiari si sono impegnati a far nascere e crescere l’Associazione di categoria nel nord Sardegna.

advertisement

Taras. “Accolgo con soddisfazione ed entusiasmo il nuovo incarico affidatomi per guidare Confagricoltura nel mio territorio. La nostra organizzazione, la più antica associazione agricola d’Italia, ci vedrà impegnati nel prossimo triennio a consolidare i risultati ottenuti in questi ultimi anni.

Stiamo andando incontro a un periodo di forti incertezze e di grandi cambiamenti. Intendiamo per questo garantire ai soci la stessa serietà e competenza che, grazie ai nostri uffici, rappresenta da sempre un tratto distintivo di Confagricoltura e che, mai come ora, dovrà essere messa a fattore comune per orientare le imprese in vista della prossima programmazione comunitaria”.

Così Stefano Taras che ha aggiunto: “Unitamente alla Federazione regionale, rivendichiamo il ruolo di interlocutori affidabili nei confronti delle istituzioni e dei diversi portatori di interesse, consapevoli che solo da un confronto maturo e leale, anche con le altre organizzazioni agricole, si potranno cogliere le sfide che ci attendono”.

Durante l’incontro tra i soci, tenuto questa mattina a Sassari, sono stati inoltre eletti gli otto componenti del Consiglio direttivo: Sebastiano Barra, Bachisio Basoli, Luisa Daga, Daria Inzaina, Matteo Luridiana, Alessandro Ruggiu e Umberto Soletta.

Si è proceduto inoltre a nominare i due vicepresidenti provinciali: Matteo Luridiana e Salvatore Pisanu che insieme a Bachisio Basoli e Pancrazio Piana costituiranno il Comitato di Presidenza. Antonio Pinna rimane invece presidente onorario.

I nuovi incarichi dirigenziali di oggi si sommano a quelli registrati nei mesi scorsi con il rinnovo delle Sezioni economiche e delle Sezioni di prodotto dell’Associazione agricola provinciale.

Sezioni di prodotto. Alla presidenza della Sezione vitivinicola è andata Daniela Pinna, agronoma e titolare delle Tenute Olbios. Pinna è inoltre presidente del Consorzio di tutela del Vermentino di Gallura Docg.

Presidente della Sezione olivicola è Baingio Delogu, perito agrario e titolare della Delogu Baingio, Antonio e Leonardo SS di Ittiri, dove opera con un frantoio innovativo. Della Sezione zootecnica è invece presidente Salvatore Pisanu, già presidente di sezione regionale e vicepresidente nazionale.

La Sezione cerealicola è invece presieduta da Giovanni Runchina, titolare di un’azienda che opera nella Nurra di Sassari.

Sezioni economiche.

Per quanto riguarda invece le Sezioni economiche sono stati eletti nei mesi scorsi Giovanni Isidoro Occhioni alla presidenza provinciale dell’Associazione nazionale pensionati agricoltura, di cui è già consigliere regionale e membro di giunta nel nazionale.

Presidente dell’Impresa familiare coltivatrice è stato eletto Nicola Leonardo Pinna, mentre Pancrazio Piana è andato a guidare la Sezione economica Forme associative varie e Andrea Sini la Sezione Conduttori in economia.

Articolo precedenteSpalletti “Solo a maggio sapremo se è un grande Napoli”
Articolo successivoPaolo Battaglia La Terra Borgese boccia Giorgia Meloni – PARTE ll
Michael Bonannini (La Maddalena, 8 Agosto 2000), è un regista, sceneggiatore e scrittore emergente. Ha studiato al Liceo Linguistico di La Maddalena, dove si è diplomato nel 2019. Nell'estate del 2018 ha frequentato il workshop "Plus Movie And Communication Course", presso la CSUN di Los Angeles, dove ha studiato storia del cinema e copywriting. Tra il 2019 e il 2020 ha frequentato la "Scuola di Altaformazione per Sceneggiatori Cinetelevisivi", (Associazione Script&Film), dove ha appreso le tecniche dello story-telling e della sceneggiatura cinetelevisiva. Il suo primo lavoro è del 2019, quando ha prodotto, scritto, diretto e interpretato il suo primo cortometraggio: "Arrivederci Casa", disponibile su YouTube. Durante l'estate 2020 ha prodotto, scritto e diretto il suo secondo cortometraggio: "Il Ragazzo Che Collezionava L'Uomo Ragno", anch'esso disponibile su YouTube. Il corto è stato proiettato fuori concorso al Premio Solinas 2020. Nell'Ottobre del 2020 si è trasferito a Cagliari per frequentare l' "Accademia D'Arte di Cagliari", nella triennale di Scrittura Creativa e Editoria, dove si è formato come scrittore, editor, correttore di bozze, blogger, poeta e giornalista. E' iscritto regolarmente alla Creative Writers Italia, con riconoscimento MISE. Il suo primo libro, "Spento: Parole di un cuore spezzato" è in tutte le Librerie e Store Online.