Tennistavolo Trofeo Internazionale Città dei Candelieri

Tennistavolo Trofeo Internazionale Città dei Candelieri

Tennistavolo Sassari: venerdì il via al 3° Trofeo Internazionale Città dei Candelieri 

Tennistavolo Sassari: 12 atleti di A1 e A2 al 3° Trofeo Internazionale Città dei Candelieri, che si svolge dal 2 al 4 settembre al PalaSantoru

I riflettori del tennistavolo nazionale sono puntati sul PalaSantoru di Sassari per una scintillante 3^ edizione del Trofeo Internazionale Città dei Candelieri che dal 2 al 4 (ingresso gratuito) proporrà ben 12 atleti di A1 e A2, più alcune presenze di prestigio.

L’evento organizzato dal Tennistavolo Sassari è stato presentato questa mattina nella sede dell’Intergremio.

advertisement

Il presidente della società sassarese, Marcello Cilloco, ha ricordato “la collaborazione con Comune di Sassari, Regione Sardegna, Intergremio, Panathlon Sassari e Federazione.

Il via venerdì alle 15 con “Special Ping” piccolo evento promozionale della disciplina curato insieme alla società Monterosello. Dalle 17.30 partono le gare dei due gironi”.

Alla presentazione sono intervenuti anche:

  • il coach della A2 maschile Mario Santona (“Ormai ci chiamano in tanti per prendere parte al torneo”),
  • Sergio Zanotti vice presidente del Panathlon Sassari (“Sono orgoglioso di manifestazioni come questa che invitano i campioni”),
  • Alberto Ganau, che ha ricordato come il torneo sia abbinato al XVI Memorial Stefano Ganau-Sergio Visioli,
  • Fabio Madau che ha sottolineato come si consolidi “il binomio fra il tennistavolo e l’Intergremio perché diffonde il nome Città dei Candelieri.

L’Unesco ci chiede di veicolare l’immagine più autentica della nostra città anche attraverso altri eventi”.

Come ospiti d’onore al torneo il presidente della Federazione Renato Di Napoli della Fitet e poi re giocatori che hanno vinto il bronzo ai Mondiali nel 2000 della Malesia: Massimiliano Mondello, Valentino Piacentini e Yang Min, un amico del Tennistavolo Sassari che ha giocato due campionati fa vincendo la serie B e tuttora mantiene dei contatti per allenare soprattutto i giovani.

 

Formula e partecipanti

I 12 giocatori saranno divisi in due gironi da sei atleti. Venerdì 2 dalle 17.30 le gare del primo girone. Sabato, sempre alle 17.30, le gare dell’altro girone. Domenica dalle 9.30 la fase finale del torneo, che si concluderà in mattinata.

“Il livello del torneo è cresciuto davvero tanto rispetto alle prime due edizioni” ha sottolineato Lorenzo Cordua, del Cus Torino, atleta paralimpico recente vincitore della medaglia d’argento in singolo e d’oro in squadra ai campionati europei paralimpici giovanili.

A Sassari arriva il numero 8 del ranking italiano: Alessandro Baciocchi, del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre, come attività individuale, che ha appena firmato per Reggio Emilia, in A1. Ci sarà Antonino Amato della Marcozzi Cagliari (A1) che ha vinto la prima edizione del trofeo, ha vinto qualche anno fa lo scudetto col Messina. Con lui il compagno di squadra Valdes Jorge Moises Campos, sul podio dei Giochi Panamericani con Cuba, e Maxim Kutznetsov, della squadra di A2, numero 21 d’Italia.

In A1 giocano anche Enrico Puppo, della Tennistavolo Genova, e Francesco Palmieri, del Sant’Espedito Napoli.

 

Naturalmente sarà l’occasione per vedere in azione anche il terzetto del Tennistavolo Sassari, che dopo aver fatto i playoff promozione da matricola, intende restare ambiziosa e schiera i confermati Marco Poma (bronzo in doppio agli italiani U21, numero 26 d’Italia) e Ganiyu Adebayo Ashimiyu, anche lui in grande crescita, più il nuovo acquisto Marco Bressan, classe 2000, ex Castelgoffredo e Genova, attualmente numero 30 del ranking italiano. Presenti pure gli atleti del Santa Tecla Nulvi (B1): il bulgaro Petar Lubomirov Vassilev e il nigeriano Ghazal Qudus Daramola.