Oristano: l’informazione sui Diritti Umani continua

Oristano: l'informazione sui Diritti Umani continua

Oristano: l’informazione sui Diritti Umani continua col coinvolgimento dei commercianti

Oristano: l’informazione sui Diritti Umani continua

Prosegue per le vie di Oristano l’impegno dei volontari di Uniti per i Diritti Umani che, nella mattinata di mercoledì 10 agosto, hanno distribuito materiale informativo grazie al quale gli oristanesi possono conoscere ognuno dei 30 articoli della Dichiarazione Universale.

I cittadini di Oristano, intervistati dai volontari, non si sono discostati dalla media per quanto riguarda la conoscenza di questo documento:

advertisement

difficilmente è stato trovato qualcuno che conoscesse più di 5 dei 30 articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

In merito a questo fatto nessuno grida al complotto, tutti tacitamente accettano che le persone comuni, quelle che vivono lontane dai riflettori, non siano a conoscenza di quei diritti che il Consiglio della Nazioni Unite ha stabilito debbano essere riconosciuti ad od ogni singolo essere umano.

Purtroppo i Diritti Umani vengono associati quasi esclusivamente ai grandi temi mondiali, ma se pensiamo a quanti ragazzi non possono permettersi gli studi qui in Sardegna, quante piccole attività sono costrette a rallentare la produzione perché da qualche parte nel mondo una guerra impedisce lo scambio delle materie prime che consentirebbero di lavorare, comprendiamo che dobbiamo lavorare a partire dal nostro piccolo e determinare un’evoluzione culturale.

Poiché L. Ron Hubbard disse

“i diritti umani devono essere resi una realtà non un sogno idealistico”,

i volontari si occupano di fare in modo che la conoscenza di questi 30 articoli, ossia diritti, venga messa a disposizione di chiunque con un linguaggio che non richieda essere dei giuristi per averne comprensione.

Certo è necessario insistere affinché l’insegnamento di questi diritti inizi nelle scuole, ma mentre aspettiamo che ciò diventi una realtà è importante darci da fare e aiutare le persone comuni ad essere consapevoli di quanto davvero gli spetti in termini di diritti.

Ecco perché ai volontari si sono uniti i commercianti oristanesi tramite i quali ulteriori copie dei materiali informativi saranno messe a disposizione anche nei prossimi giorni.